Digitalizzazione P.A.: una Pec che contiene file zippati può essere regolarmente protocollata ?

Digitalizzazione P.A.: una Pec che contiene file zippati può essere regolarmente protocollata ?

Il testo del quesito:

Se arriva una foto molto grande per Pec, si può modificare per far sì che sia meno pesante o non è corretto in quanto va ad alterare fisicamente il documento originale ? Inoltre, vorremmo capire se possono essere accettate le Pec con zip allegato. Qualcuno sostiene che debbano essere rifiutate perché non possono essere mandate in conservazione ma un collega sostiene che in realtà è possibile decomprimere lo zip e firmare i documenti ivi contenuti e protocollarli. E’ così ?

La risposta dei ns. esperti:

Il quesito posto solleva 2 questioni simili ma leggermente diverse, il primo si riconduce alla formazione delle copie informatiche, ed il secondo ai formati conservabili.

In merito al primo punto, occorre richiamare l’art. 2712 del Codice civile:“le riproduzioni fotografiche, informatiche (2) o cinematografiche, le registrazioni fonografiche e, in genere, ogni altra rappresentazione meccanica di fatti e di cose (3) formano piena prova dei fatti e delle cose rappresentate, se colui contro il quale sono prodotte non ne disconosce la conformità ai fatti o alle cose medesime”.

Dunque, il documento elettronico contenente una fotografia è una riproduzione meccanografica, e pertanto la sua copia informatica non potrà che avere lo stesso valore giuridico probatorio della copia da cui è tratta ovvero quella dichiarata dall’art 2712 del Cc. In questo senso ridimensionare una foto, ovvero farne una copia informatica, ha lo stesso valore giuridico del documento elettronico da cui è tratto, salvo naturalmente preservarne la leggibilità/intellegibilità.

Il secondo caso è stato sollevato quale incompatibilità di formato con il Sistema di conservazione. In tale fattispecie, la questione sollevata è a parere di chi scrive corretta. Ovvero, è possibile estrarre i file se firmati singolarmente e protocollare il messaggio.

di Cesare Ciabatti


Related Articles

Abuso del diritto: la Cassazione condanna l’uso distorto di strumenti giuridici per ottenere risparmi fiscali

La Corte di Cassazione, con la Sentenza n. 5378 del 18 marzo 2015, afferma che il contribuente non può trarre

Dipendenti pubblici: disciplina della rimborsabilità delle spese di viaggio

Nella Delibera n. 275 del 20 giugno 2016 della Corte dei conti Campania, viene chiesto un parere in merito alla

“Diritti di rogito”: compensi al lordo di Irap e oneri riflessi

Nella Delibera n. 95 del 18 aprile 2019 della Corte dei conti Campania, un Sindaco ha chiesto di sapere se

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.