Diritti di rogito del Segretario: il nuovo regime giuridico opera per i contratti rogati dopo l’entrata in vigore del Dl. n. 90/14

Diritti di rogito del Segretario: il nuovo regime giuridico opera per i contratti rogati dopo l’entrata in vigore del Dl. n. 90/14

Nella Delibera n. 21 della Corte dei conti Lazio, un Sindaco ha inoltrato una richiesta di parere riguardante l’interpretazione delle disposizioni introdotte dal Dl. n. 90/14, convertito con modificazioni dalla Legge n. 114/14, in materia di diritto di rogito del Segretario comunale. In particolare, il Sindaco chiede se i presupposti fissati dalla legge per i riconoscimento del diritto di rogito al segretario comunale (assenza di dipendenti con qualifica dirigenziale nella dotazione organica dell’ente e assenza di qualifica dirigenziale in capo al Segretario comunale) debbano concorrere, ovvero se nel caso di Comuni privi di dirigenti detto diritto debba essere riconosciuto a

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Armonizzazione: le Linee di indirizzo della Corte per il passaggio alla nuova contabilità

La Sezione delle Autonomie della Corte dei conti ha diffuso la Delibera/Sezaut/4/2015/Inpr – “Linee di indirizzo per il passaggio alla

Appalti: un Ente pubblico può respingere una richiesta di accesso agli atti che non sia precisa e circostanziata

Nel caso risolto dal Tar Campania Napoli, Sezione VI, con la Sentenza del 13 febbraio 2015, n. 981, un’impresa ha

Risorse provenienti dall’Ue: non possono ritenersi neutre ai fini del rispetto dell’obiettivo di saldo di finanza pubblica

Nella Delibera n. 28 del 10 ottobre 2016 della Corte dei conti Autonomie, la questione controversa, rimessa dalla Sezione per