Diritto al sepolcro: trasmissibilità

Diritto al sepolcro: trasmissibilità

Nella Sentenza n. 194 del 15 febbraio 2021 del Consiglio di Stato, i Giudici affermano che nel sepolcro ereditario lo ius sepulchri si trasmette, nei modi ordinari, per atto inter vivos o mortis causa, dall’originario titolare anche a persone non facenti parte della famiglia, nel sepolcro cd.“gentilizio o familiare” (la distinzione, risalente al diritto romano, tra sepolcro ereditario e sepolcro familiare o gentilizio è tuttora accolta dalla dottrina e dalla giurisprudenza), lo ius sepulchri è attribuito, in base alla volontà del fondatore, in stretto riferimento alla cerchia dei familiari destinatari del sepolcro stesso, acquistandosi dal singolo

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

“Prima casa”: i tempi di rilascio dei permessi non integrano la causa di forza maggiore se si sfora il termine per il trasferimento della residenza

Nella Sentenza n. 18/01/15 della Ctr Liguria, i Giudici affermano che i benefici fiscali “prima casa” sono riconnessi al soddisfacimento,

Imposta di registro: individuazione dell’abitazione di lusso per l’applicazione delle agevolazioni “prima casa”

Nella Ordinanza n. 8148 del 23 marzo 2021 della Corte di Cassazione, ad una contribuente veniva negata l’agevolazione fiscale per

La corretta attribuzione di status della Società a partecipazione Pubblica

nota alla sentenza della Corte dei conti, sez. giur. in speciale composizione, n. 16/2019 Sono tanti gli spunti di riflessione

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.