Dissesto idrogeologico: stanziati 361 milioni di Euro per 236 interventi

Dissesto idrogeologico: stanziati 361 milioni di Euro per 236 interventi

È stato pubblicato sulla G.U. n. 14 del 18 gennaio 2020 il Dpcm. 2 dicembre 2019, che dà attuazione al “Piano operativo sul dissesto idrogeologico per il 2019”.

Con il Decreto vengono stanziati complessivamente Euro 361.896.975 per 236 interventi di mitigazione del rischio idrogeologico e per il ripristino e la tutela della risorsa ambientale sul territorio nazionale.

La copertura finanziaria del “Piano” è a carico delle risorse del “Fondo per lo Sviluppo e la Coesione 2014-2020” stanziate a favore del “Piano operativo Ambiente”.

La Delibera Cipe 1° agosto 2019, n. 64, ha previsto inoltre che i trasferimenti vengano effettuati senza la stipula di un apposito accordo di programma.

All’attuazione degli interventi provvedono i Presidenti delle Regioni – Commissari straordinari per gli interventi di mitigazione del rischio idrogeologico ex art. 10, comma 1, del Dl. n. 91/2014, convertito con modificazioni dalla Legge n. 116/2014, e i Presidenti delle Province autonome di Trento e Bolzano.

Gli interventi in programma si concentrano sulla sistemazione di versanti franosi, consolidamento e difesa idraulica, rifacimento e difesa delle aree costiere e messa in sicurezza di abitanti.

Questi fondi, destinati a ulteriori progetti cantierabili, vanno ad aggiungersi ai finanziamenti già erogati alle Regioni attraverso il Piano Stralcio sul Dissesto idrogeologico.

Le Regioni a cui sono destinati il maggior numero di fondi sono la Sicilia, con Euro 56.867.588 stanziati per 3 interventi, il Molise, con Euro 48.533.678 per 27 interventi, e il Piemonte, a cui vanno Euro 40 milioni per 105 interventi.


Related Articles

Mutui Province e Città metropolitane: definite le modalità di attuazione della sospensione prevista dalla “Legge di stabilità”

Il Dipartimento degli Affari regionali della Presidenza del Consiglio dei Ministri e l’Associazione bancaria italiana (Abi) hanno sottoscritto un Accordo-quadro

Società partecipate: nessuna deroga ai limiti assunzionali in caso di avvio della raccolta di rifiuti “porta a porta”

  Nella Delibera n. 252 del 21 dicembre 2016 della Corte dei conti Abruzzo, la Sezione si esprime sull’obbligo di

Cottimo fiduciario: richiesto una specifico provvedimento della stazione appaltante

Nella Sentenza n. 5808 del 21 dicembre 2015 del Consiglio di Stato, Sezione Quarta, la questione controversa riguarda l’esperibilità del

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.