Dup: predisposizione obbligatoria

Dup: predisposizione obbligatoria

Nella Delibera n. 58 del 15 ottobre 2015 della Corte dei conti Basilicata, il quesito in esame ha per oggetto la perimetrazione oggettiva e soggettiva dell’obbligo di predisporre il Dup nell’ambito ed in esecuzione del nuovo sistema di contabilità armonizzata. In particolare, viene chiesto di chiarire se:

  1. a) in considerazione della nuova formulazione dell’art. 165 del Tuel che non prevede più l’obbligo di redigere il Piano generale di sviluppo, l’Ente sia comunque tenuto ad adottare il Dup;
  2. b) l’Ente sia tenuto ad adottare tale Dup anche se amministrato da un Commissario prefettizio e, quindi, da un Organo “non politico
Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Divieto della reformatio in peius: dal 1° gennaio 2014 è venuto meno anche per i Segretari comunali

Nella Delibera n. 56 del 20 febbraio 2015 della Corte dei conti Lombardia, un Sindaco chiede se il personale (in

Iva: i versamenti in eccesso su fatture in “split payment” afferenti all’ambito istituzionale si recuperano versando di meno successivamente

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta all’Istanza di Interpello n. 378 del 18 settembre 2020, ha fornito indicazioni ad un

Iva: le regole sui tempi di emissione, data e registrazione di fatture richieste dai committenti a prestatori di servizio esonerati dall’obbligo

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta all’Istanza di Interpello n. 454 del 31 ottobre 2019, ha fornito chiarimenti in ordine