Durc: gli errori sono sindacabili soltanto dal Giudice ordinario

Durc: gli errori sono sindacabili soltanto dal Giudice ordinario

Il Consiglio di Stato, Sezione Quarta, Sentenza n. 1321 del 12 marzo 2015, afferma che la verifica della regolarità contributiva delle imprese partecipanti a procedure di gara per l’aggiudicazione di appalti con la Pubblica Amministrazione è demandata agli istituti di previdenza, le cui certificazioni (Durc) si impongono alle stazioni appaltanti, che non possono sindacarne il contenuto.

I Giudici rilevano che gli eventuali errori contenuti in detto documento, involgendo posizioni di diritto soggettivo afferenti al sottostante rapporto contributivo, potranno essere corretti dal Giudice ordinario, o all’esito di proposizione di querela di falso, o a seguito di ordinaria controversia in materia di

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Reti e impianti di proprietà destinati alla “Distribuzione del gas”

Nella Delibera n. 7 del 6 marzo 2020 della Corte dei conti Basilicata viene chiesto un parere in merito al

Revisori Enti Locali: vietato il terzo incarico nello stesso Comune

Nella Sentenza n. 1273 del 5 ottobre 2018 del Tar Puglia, la questione controversa in esame riguarda il divieto di

Carta d’identità elettronica: introdotta la nuova Piattaforma per inserire e gestire le prenotazioni per il rilascio

Il Dipartimento per gli Affari interni e Territoriali, con la Notizia 5 luglio 2019 pubblicata sul proprio sito istituzionale, ha