Durc: nelle gare non sono consentite regolarizzazioni postume della posizione previdenziale

Durc: nelle gare non sono consentite regolarizzazioni postume della posizione previdenziale

Nella Sentenza n. 2727 del 21 giugno 2016 del Consiglio di Stato, Sezione Quinta, i Giudici statuiscono che nelle gare d’appalto, anche dopo l’entrata in vigore dell’art. 31, comma 8, del Dl. n. 69/13, convertito con modificazioni dalla Legge n. 98/13, non sono consentite regolarizzazioni postume della posizione previdenziale, dovendo l’Impresa essere in regola con l’assolvimento degli obblighi previdenziali ed assistenziali fin dalla presentazione dell’offerta e conservare tale stato per tutta la durata della procedura di aggiudicazione e del rapporto con la stazione appaltante, con l’irrilevanza di un eventuale adempimento tardivo dell’obbligazione contributiva, tenendo presente che l’istituto dell’invito alla regolarizzazione,

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Tia: nuova Pronuncia della Suprema Corte sulla non applicabilità dell’Iva

Nella Sentenza n. 4414 del 23 febbraio 2018 della Corte di Cassazione, analizzeremo il tema, ancora non pacifico, dell’applicazione dell’Iva

Inps: scade il 30 aprile 2018 la possibilità offerta alle P.A. di iscrivere i propri dipendenti a corsi di alta formazione completamente gratuiti

Con l’Avviso “Valore PA”, l’Inps ha offerto alle Pubbliche Amministrazioni la possibilità di formare il proprio personale attraverso corsi di

Pec: qual è il modo corretto per archiviarle senza esaurire lo spazio nella casella di posta?

Il quesito: “La Pec sembrerebbe ricadere, secondo la maggior parte delle fonti, all’interno della disciplina di conservazione prevista dall’art. 2214 del