Edilizia scolastica: al via i prestiti agevolati per la progettazione dal Fondo Inarcassa

Edilizia scolastica: al via i prestiti agevolati per la progettazione dal Fondo Inarcassa

A seguito del Protocollo di Intesa sottoscritto con il Ministero dell’Istruzione, il Fondo di Inarcassa ha avviato “#fondAzioneScuola”, un Fondo di rotazione e garanzia per la concessione agli Enti Locali di prestiti per progetti destinati all’edilizia scolastica, con un plafond iniziale di 2 milioni di Euro.

Come si apprende dall’informativa pubblicata sul sito della “Fondazione Architetti e Ingegneri liberi Professionisti iscritti Inarcassa”, per la partecipazione al finanziamento, gli Enti dovranno presentare le domande, esclusivamente a mezzo Pec, all’indirizzo fondazionescuola@legamail.it, a partire dalle ore 12.00 del giorno 11 dicembre 2017 ed entro le ore 23.59 del 14 gennaio 2018.

Il limite massimo di finanziamento è di Euro 50.000 per ogni iniziativa ammessa e dovrà essere restituito in un’unica soluzione comunque entro un periodo massimo di 36 mesi dalla data di sua erogazione, al netto degli interessi bancari che saranno coperti dalla Fondazione.

Saranno finanziate le fasi progettuali necessarie per la nuova costruzione, l’ampliamento e/o ristrutturazione edilizia e impiantistiche, la verifica di stabilità statica, l’efficientamento energetico e la messa in sicurezza e a norma di fabbricati destinati all’edilizia scolastica pubblica.

I risultati saranno resi noti attraverso la formazione di 20 graduatorie regionali costruite in base all’ordine cronologico di presentazione delle domande e verranno finanziate almeno le prime due richieste pervenute per ciascuna Regione.

Le domande dovranno superare un’apposita istruttoria prima di procedere alla sottoscrizione di un Protocollo d’intesa necessario per avviare le procedure con la banca convenzionata con la Fondazione. Tutte le procedure di affidamento dovranno rispettare la normativa sui contratti pubblici.

Disciplinare accesso fondo di rotazione

 


Related Articles

Raccolta e smaltimento rifiuti illegittimamente non posti a carico degli utenti: non possono essere inseriti nel Pef di esercizi successivi

Nella Delibera n. 4 del 1° marzo 2019 della Corte dei conti Basilicata, la questione controversa in esame riguarda l’imputazione

“Servizi ambientali”: il 50% dei proventi delle sanzioni inflitte per l’abbandono di mozziconi di sigaretta sarà destinato ai Comuni

Il 50% dei proventi delle sanzioni inflitte per l’abbandono di mozziconi di sigaretta o altri rifiuti di piccole dimensioni sarà