Edilizia scolastica: via libera al Dpcm. che assegna agli Enti Locali 480 milioni di Euro di maggiori spazi di investimento

Edilizia scolastica: via libera al Dpcm. che assegna agli Enti Locali 480 milioni di Euro di maggiori spazi di investimento

Nella riunione del 14 aprile 2016, la Conferenza Stato-Città ha approvato il Dpcm. che assegna, ad oltre 1.500 Enti Locali, gli spazi di investimento per l’edilizia scolastica.

A renderlo noto, con un Comunicato pubblicato sul proprio Portale istituzionale, è l’Ifel.

Il Provvedimento dà attuazione a una norma introdotta dalla “Legge di stabilità 2016” che permette di escludere dagli obblighi di pareggio del bilancio 2016 consistenti quote di spese di investimento degli Enti Locali per la manutenzione, la messa in sicurezza e la realizzazione di scuole dell’infanzia, elementari, medie e superiori in tutto il territorio nazionale.

La Nota Ifel specifica che sono state accolte richieste relative a più di 3.500 progetti di investimento, di cui 285 per l’intero importo richiesto (circa 180 milioni di Euro), riguardanti opere già avviate nelle precedenti fasi dei programmi di sostegno dell’edilizia scolastica, e oltre 3.200 nuovi progetti per il 55% dell’importo richiesto, pari a ulteriori 378 milioni.

Nel complesso, i Comuni potranno utilizzare, nel 2016, spazi finanziari aggiuntivi per quasi 400 milioni di Euro, a sostegno di lavori, programmati o in fase di realizzazione, diffusi nei territori.

Oltre il 60% degli importi sono stati assegnati a Comuni del Nord Italia. I Comuni del Centro spiccano invece per il maggior importo medio di spazi finanziari loro concessi (345mila Euro).


Related Articles

Personale e bilancio: le modalità per predisporre e inviare il Conto annuale per il 2014

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato, con la Circolare n. 17 del 24

Fatture elettroniche: il luogo di “conservazione” può differire da quello di tenuta della contabilità Iva e dei registri fiscali

Con la Risoluzione n. 81/E del 25 settembre 2015, l’Agenzia delle Entrate ha risposto ad un interpello inerente la comunicazione

Attribuzione di una ulteriore quota del “Fondo di solidarietà comunale” 2016 correlata a minori gettiti Imu e Tasi: resi noti i dati

Il Ministero dell’Interno, Direzione centrale per la Finanza locale, con il Comunicato 5 agosto 2016 ha reso noti i dati