Enti Locali: illegittimità di Canone non ricognitorio

Enti Locali: illegittimità di Canone non ricognitorio

Nella Sentenza n. 2597 del 5 dicembre 2019 del Tar Lombardia, la questione controversa riguardava l’applicazione da parte di un Comune del canone non ricognitorio di cui all’art. 27 del Dlgs. n. 285/1992. I Giudici hanno statuito che la norma citata deve essere interpretata nel senso che l’assoggettamento al Canone presuppone un’occupazione o un uso della strada che ne pregiudichi in tutto o in parte l’uso pubblico. Dunque, l’imposizione del Canone è legittima solo se consegue a una limitazione o modulazione della possibilità del suo tipico utilizzo pubblico, e non invece a fronte di tipologie e modalità di utilizzo che non ne precludono ordinariamente la generale fruizione, come nell’ipotesi della posa di cavi e tubi interrati. Per tali impianti, l’imposizione di un Canone non ricognitorio si giustifica nell’intervallo durante il quale le lavorazioni di posa e realizzazione dell’infrastruttura a rete impediscono la piena fruizione della sede stradale, mentre ne manca la ragione in difetto di tale occupazione esclusiva, cioè quando la presenza in loco dell’infrastruttura di servizio a rete non riduce la pubblica fruizione della sede stradale.

Dunque, è illegittimo il Regolamento che impone prestazioni generalizzate, individuando tariffe unitarie per il calcolo del Canone non ricognitorio, senza alcuna considerazione delle caratteristiche specifiche di ciascuna occupazione e senza alcuna valutazione in merito all’eventuale sottrazione della risorsa viaria all’uso da parte della collettività.


Related Articles

Opere, servizi e forniture “segretati”: non si sottraggono alle regole generali della contrattualistica pubblica

Con il Comunicato-stampa 4 dicembre 2015, la Corte dei conti ha informato della pubblicazione della Delibera n. 11 del 18

Bilancio di previsione 2015: le Province che l’hanno approvato prima della conversione del “Dl. Enti Locali” non devono redigerne un altro

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze–Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato, ha fornito con la Nota Prot. 69301 del 10

Soccorso istruttorio”: correzione del mero errore materiale

Tar Lazio, Sentenza n. 10678 del 27 luglio 2022 Nella Sentenza in epigrafe indicata, la ricorrente ha impugnato l’aggiudicazione della

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.