Enti pubblici: sono di natura economica se producono beni o servizi con equivalenza, almeno tendenziale, tra costi e ricavi

Enti pubblici: sono di natura economica se producono beni o servizi con equivalenza, almeno tendenziale, tra costi e ricavi

Nella Sentenza n. 1842 del 10 aprile 2015 del Consiglio di Stato, i Giudici affermano che, in linea di principio, un Ente pubblico è di natura economica se produce, per legge e per statuto beni o servizi con criteri di economicità, ovvero con equivalenza, almeno tendenziale, tra costi e ricavi, ugualmente ad un comune imprenditore. Comunque se l’Ente può normativamente perseguire molte finalità con finanziamenti dello Stato e di altri Enti pubblici e, cioè, diversi dai corrispettivi ottenuti, indipendentemente dall’utilizzazione concreta, la gestione tuttavia non è economica, non avendo effetti automatici, come ha precisato la Corte regolatrice della giurisdizione, la

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Finanziamenti: contributi per i piccoli Comuni in condizioni di disagio socio-economico

E’ stato pubblicato in G.U. n. 213 del 27 agosto 2020 il Decreto 10 agosto 2020 del Ministero dell’Interno, concernente

Entrate tributarie: lo “split payment” porta nelle casse oltre 700 milioni di Euro in più nel I semestre 2015 rispetto al 2014

Aumentano di 747 milioni di Euro (+1,5%), rispetto al 2014, le entrate dell’Iva nel I semestre 2015. Lo si apprende

Contenzioso: la notifica è giuridicamente inesistente se la relata è in bianco

Nella Sentenza n. 531/01/14 del 2 ottobre 2014 della Ctp Parma, i Giudici affermano che ai fini della validità della