Entrate tributarie Enti Locali: nei primi 11 mesi del 2016 sono diminuite del 14,4%

Entrate tributarie Enti Locali: nei primi 11 mesi del 2016 sono diminuite del 14,4%

Le entrate tributarie degli Enti Locali hanno subito, nei primi 11 mesi del 2016, un deciso calo – pari al 14,4% – rispetto a quelle del periodo analogo dell’anno precedente.

A fronte di un andamento generale complessivamente positivo (il gettito tributario e contributivo è globalmente aumentato dell’1%, +6.093 milioni di Euro), le entrate degli Enti territoriali hanno dunque registrato una brusca frenata, quantificata dal Mef nel consueto bollettino mensile in 7.681 milioni di Euro.

La netta riduzione è stata imputata alla diminuzione del gettito dell’Irap in applicazione delle disposizioni per la riduzione del cuneo fiscale di cui alla “Legge di stabilità 2015”, all’abolizione dellaTasi per l’abitazione principale ed alle agevolazioni Imu per i terreni agricoli.

Andando a vedere i dati nel dettaglio, risulta infatti che, mentre sono aumentati i gettiti di Addizionali regionali e comunali (rispettivamente, +5% e +4,8%), sono drasticamente calate le entrate date da:

  • Irap (21.576 milioni di Euro tra gennaio e novembre 2016 contro i 27.922 milioni dell’anno precedente, vale a dire -22,7%);
  • Imu-Imis (8.488 milioni di Euro tra gennaio e novembre 2016 contro gli 8.689 milioni dell’anno precedente, ovvero -2,3%);
  • Tasi (648 milioni di Euro nei primi 11 mesi del 2016 contro i 2.492 del 2015, vale a dire -74,0%).

Related Articles

Trasferimenti erariali: assegnati i contributi per gli interventi di efficientamento energetico nei Comuni

E’ stato pubblicato sul sito istituzionale del Ministero dello Sviluppo economico il Decreto direttoriale 14 maggio 2019, attuativo dell’art. 30

Incentivi per funzioni tecniche: possibile l’erogazione in caso di modifiche contrattuali derivanti da circostanze impreviste e imprevedibili

Nella Delibera n. 162 del 12 dicembre 2018 della Corte dei conti Puglia, viene chiesto un parere in merito alla

Pubblico impiego: condanna di un dipendente che ha navigato per motivi personali su internet in orario di lavoro

Nella Sentenza n. 22 del 10 marzo 2016 della Corte dei conti Liguria, è stato citato in giudizio un impiegato