“Fabbisogni standard” dei Comuni per il 2018: “via libera” del Consiglio dei Ministri all’adozione dei nuovi coefficienti di riparto

“Fabbisogni standard” dei Comuni per il 2018: “via libera” del Consiglio dei Ministri all’adozione dei nuovi coefficienti di riparto

 

Il Consiglio dei Ministri, riunitosi il 2 ottobre 2017 a Palazzo Chigi, ha approvato l’adozione dei nuovi coefficienti di riparto complessivo dei “fabbisogni standard” dei Comuni per il 2018.

Le tipologie di“fabbisogni standard” disciplinati dal Dpcm. in questione ruotano attorno alle seguenti funzioni: Istruzione pubblica, Gestione del territorio e dell’ambiente, Smaltimento rifiuti, Amministrazione e controllo, Polizia locale, Viabilità e territorio, Trasporto pubblico locale, servizi di Asili nido e altri Servizi sociali.

Sul testo, approvato in esame preliminare, si dovrà ora esprimere la Conferenza Stato-Città ed Autonomie locali.


Related Articles

“Covid-19”: introduzione del “Green pass” per le attività aperte al pubblico e nuovi criteri per la ripartizione delle Regioni italiane

Sulla G.U. n. 175 del 23 luglio 2021, è stato pubblicato il Dl. n. 105/2021 recante “Misure urgenti per fronteggiare

“Pnrr”: pubblicati i Bandi per l’assunzione di 5.410 unità di profili tecnici per la Giustizia

Secondo quanto si apprende dal Quotidiano ufficiale del Ministero della Giustizia in data 20 aprile 2022, sono stati pubblicati 2

Principio di invarianza della soglia di anomalia e delle medie delle procedure

Non trova applicazione in caso di mera proposta di aggiudicazione Nella Sentenza n. 269 del 13 luglio 2020 del Tar