“E-fattura”: definite le modalità di emissione per chi offre servizi di pubblica utilità, tra cui somministrazione di acqua e luci votive

“E-fattura”: definite le modalità di emissione per chi offre servizi di pubblica utilità, tra cui somministrazione di acqua e luci votive

L’Agenzia delle Entrate, con il Provvedimento 28 dicembre 2018, ha illustrato le modalità di emissione delle fatture elettroniche tramite il “Sistema di interscambio” verso consumatori finali da parte dei soggetti passivi dell’Iva che offrono servizi disciplinati dai Regolamenti di cui ai Decreti n. 366/2000 e n. 370/2000.

Il Provvedimento in commento si è reso necessario in quanto i suddetti soggetti effettuano servizi anche nei confronti di consumatori finali non soggetti passivi d’imposta per i quali non detengono e non riescono ad acquisire il corretto Codice fiscale. In considerazione delle caratteristiche di pubblica utilità dei servizi in argomento, l’erogazione

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Spese per mensa scolastica alunni: altri chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate di interesse anche per i Comuni

L’Agenzia delle Entrate – Direzione centrale Normativa, con la Circolare n. 18/E del 6 maggio 216 ha fornito chiarimenti su

Iva: trattamento ai fini delle Imposte indirette degli atti di redistribuzione di aree tra co-lottizzanti

Con la Risoluzione n. 56/E del 1º giugno 2015, l’Agenzia delle Entrate risponde ad un quesito avente per oggetto il

Debiti fuori bilancio: la Corte esclude il riconoscimento durante l’esercizio provvisorio

La Corte dei conti Sicilia, con la Delibera n. 189 del 30 ottobre 2014, risponde ad un quesito posto da

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.