“Fesr 2016”: al via il bando per l’innovazione tecnologica nell’Alto Adige

“Fesr 2016”: al via il bando per l’innovazione tecnologica nell’Alto Adige

In arrivo 4,4 milioni di Euro, relativi al Programma operativo Fesr 2014-2020 della Provincia autonoma di Bolzano–Alto Adige, per finanziare progetti innovativi ad alto valore tecnologico presentati da Enti pubblici e Associazioni. Ad annunciare l’avvenuta approvazione della Delibera relativa al bando 2016 è la stessa Provincia, con una Nota pubblicata sul proprio sito istituzionale il 30 agosto 2016.

Come ricordato dal Comunicato, l’asse “Ricerca e innovazione” è solo uno dei 4 del Programma operativo, finanziato fino al 2020 con 32 milioni di Euro.

Il bando è rivolto ad Enti pubblici, Organismi di ricerca e Associazioni economiche di categoria. Il termine per inoltrare i progetti – il cui costo dovrà essere compreso tra 150.000 e 1 milione di Euro e la cui durata non dovrà superare i 3 anni – è il 28 ottobre 2016.

Il Programma operativo Fesr 2014-2020 della Provincia – si legge – concentra le proprie risorse finanziarie su 4 assi che affrontano le sfide più urgenti per lo sviluppo del territorio altoatesino: oltre a ricerca e innovazione, ci sono contesto digitale, ambiente sostenibile, territorio sicuro. Il Programma ha una dotazione complessiva di circa 135 milioni di Euro, di cui il 50% fondi Fesr europei, il 35% fondi statali e il 15% fondi provinciali”.

Il bando


Related Articles

Imu: abitazione principale e separazione delle residenze dei coniugi

Nell’Ordinanza n. 4166 del 19 febbraio 2020 della Corte di Cassazione, la questione controversa riguarda la falsa separazione delle residenze

Opere pubbliche: al via la consultazione pubblica sulle Linee-guida per la valutazione di quelle del Settore stradale

Il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili (Mims) ha annunciato, con una Nota pubblicata l’11 luglio 2022 sul proprio

“Clausole sociali”: Anac fornisce chiarimenti relativi alle indicazioni veicolate dalle “Linee-guida” n. 13

Con il Comunicato del Presidente datato 29 maggio 2019 e pubblicato il 17 giugno 2019 sul sito istituzionale dell’Anac, sono