Figli a carico: istituito l’assegno unico universale

Figli a carico: istituito l’assegno unico universale

Sulla G.U. n. 309 del 30 dicembre 2021 è stato pubblicato il Dlgs. 21 dicembre 2021, n. 230 recante “Istituzione dell’assegno unico e universale per i figli a carico, in attuazione della delega conferita al Governo ai sensi della Legge 1° aprile 2021, n. 46.

La norma informa che, a decorrere dal 1° marzo 2022, è istituito l’assegno unico e universale per i figli a carico attribuito su base mensile per il periodo compreso tra marzo di ciascun anno e febbraio dell’anno successivo. L’assegno è attribuito ai nuclei familiari in base all’Isee. La domanda per il riconoscimento dell’assegno è presentata, annualmente, a decorrere dal 1° gennaio.

L’assegno è riconosciuto ai nuclei familiari: 

  • per ogni figlio minorenne a carico e, per i nuovi nati, decorre dal settimo mese di gravidanza; 
  • per ciascun figlio maggiorenne a carico, fino al compimento dei 21 anni di età, per il quale ricorra una delle seguenti condizioni: 
    • frequenti un corso di formazione scolastica o professionale, ovvero un corso di laurea; 
    • svolga un tirocinio ovvero un’attività lavorativa e possieda un reddito complessivo inferiore a Euro 8.000 annui; 
    • sia registrato come disoccupato e in cerca di un lavoro presso i servizi pubblici per l’impiego; 
    • svolga il servizio civile universale; 
    • per ciascun figlio con disabilità a carico, senza limiti di età.

Per ciascun figlio è previsto un importo pari a Euro 175 mensili se minorenne e Euro 85 se maggiorenne con Isee pari o inferiore a Euro 15.000. Per Isee superiori, l’importo si riduce gradualmente secondo gli importi indicati nella Tabella “1” allegata al Dlgs.

Per ciascun figlio successivo al secondo è prevista una maggiorazione dell’importo pari a Euro 85 mensili con Isee pari o inferiore a Euro 15.000. Anche in questo caso, l’importo si riduce gradualmente all’aumentare del valore Isee.

Gli altri importi riguardano i figli con figlio con disabilità, le madri di età inferiore a 21 anni o i casi in cui entrambi i genitori siano titolari di reddito da lavoro.

Inoltre, a decorrere dall’anno 2022 è riconosciuta una maggiorazione forfettaria per i nuclei familiari con quattro o più figli, pari a Euro 100 mensili.


Related Articles

Investimenti sui mutui anno 2016: il Decreto con il certificato per la richiesta dei contributi entro il 31 marzo 2017

E’ stato pubblicato il 17 febbraio 2017 sul sito del Ministero dell’Interno – Direzione centrale della Finanza locale, il Decreto

Costi della manodopera: la mancata indicazione non rende automaticamente inammissibile l’offerta

Nella Delibera n. 1069 del 14 novembre 2018 dell’Anac, una Società chiedeva un parere sulla legittimità di una procedura di

“Spid” professionali: esistono Portali che li utilizzeranno per l’accesso?

Il testo del quesito “Vorrei chiedere se avete conoscenza di Portali che a breve utilizzeranno per l’accesso solo ‘Spid’ professionali

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.