Finanza locale: la Corte dei conti pubblica la Relazione sulla gestione finanziaria di Comuni, Province, Città metropolitane

<strong>Finanza locale: la Corte dei conti pubblica la Relazione sulla gestione finanziaria di Comuni, Province, Città metropolitane</strong>

La Corte dei Conti, con il Comunicato-stampa n. 54 del 4 agosto 2022, ha reso noto che è stata pubblicata la “Relazione sulla gestione finanziaria di Comuni, Province, Città metropolitane per gli esercizi 2019-2021”approvata, con Delibera n. 11/Sezaut/2022/Frg, dalla Sezione delle Autonomie della Corte dei conti, in cui la Magistratura contabile ha esaminato i rendiconti di 7.100 Amministrazioni (7.009 Comuni, 77 Province, 14 Città metropolitane) presenti nella “Banca-dati delle Amministrazioni pubbliche” della Ragioneria generale dello Stato.

La Corte dei conti informa come la situazione della Finanza locale nel 2021 “risente ancora del trascinamento degli effetti della pandemia, seppure i risultati di finanza pubblica registrino un miglioramento. In tale contesto, proseguono gli interventi statali compensativi della perdita di gettito e a sostegno della spesa emergenziale, anche se alcune voci di entrata dei Comuni danno segni di ripresa e si riducono le maggiori esigenze di spesa”.

I dati di cassa 2021 rilevati dal “Sistema informativo sulle operazioni degli Enti pubblici” (Siope) evidenziano una tenuta dei Comuni in virtù dei finanziamenti erogati con la legislazione emergenziale, degli effetti della proroga del pagamento dei tributi e della sospensione al 31 agosto 2021 della riscossione coattiva.

Il riavvio delle riscossioni ha fatto registrare un miglioramento delle entrate tributarie, contributive e di natura perequativa. “Il saldo positivo di cassa – ha specificato la Corte – conferma l’impulso alla ripresa, ma persiste un eccesso di risorse assegnate con le compensazioni statali, rispetto a quelle effettivamente utilizzate. Sul versante dei pagamenti, si riducono i tempi di liquidazione delle fatture per debiti commerciali”.

I rendiconti finanziari 2020 degli Enti Locali fanno emergere saldi in miglioramento grazie alle misure straordinarie di sostegno. È ampiamente positivo il risultato di amministrazione dei Comuni (Euro 45,57 miliardi), ma, al netto degli accantonamenti, dei vincoli e della parte destinata agli investimenti, si determina un disavanzo di circa 4,2 miliardi. Per le Province e le Città metropolitane, che registrano comunque risultati positivi (rispettivamente, 380,5 e 433,3 milioni di Euro), la Corte segnala un calo strutturale delle entrate proprie, potenzialmente critico al venir meno degli effetti degli stanziamenti straordinari erogati dallo Stato. La spesa in conto capitale mostra una dinamica espansiva grazie ai finanziamenti statali finalizzati agli Investimenti e alla minore pressione esercitata dai vincoli di finanza pubblica, rimodulati dal 2019. L’incremento registrato negli impegni di spesa si attesta infatti all’1,9% per i Comuni e all’8,7% per le Province. Quello riferito al “Fondo pluriennale vincolato” è ancora più sostenuto (11,8% per i Comuni, 17% per le Province e 11,1% per le Città metropolitane).

Il ritorno ad un contesto ordinario – ha concluso la Magistratura contabile – potrebbe evidenziare ulteriori criticità attualmente ‘anestetizzate’ dagli Interventi emergenziali, oltre ad ampliare il numero dei Comuni in ‘Riequilibrio’ e in ‘Dissesto’ che, di fatto, aumenta ogni anno di decine di Enti. Tali andamenti suggeriscono una revisione dell’attuale sistema normativo che renda più efficaci gli istituti in esame, ai fini del superamento delle situazioni di criticità che si sono osservate”.


Related Articles

Imu terreni agricoli: continua la protesta dei Sindaci

Con il Comunicato 20 gennaio 2015 l’Anci ha evidenziato come la proroga concessa per il versamento dell’Imu sui terreni agricoli

Istat: al via il Censimento della popolazione e delle abitazioni per l’anno 2019

L’Istat, con il Comunicato 2 ottobre 2019, pubblicato sul proprio sito istituzionale, rende noto l’avvio della seconda edizione del “Censimento

Consorzio B.I.M.: concessione di derivazione e pagamento sovracanone

Nell’Ordinanza n. 19678 del 22 luglio 2019 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità hanno sostenuto che, in tema

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.