“Fondo crediti di dubbia esigibilità”: un Parere della Corte Lazio sul metodo semplificato

“Fondo crediti di dubbia esigibilità”: un Parere della Corte Lazio sul metodo semplificato

Nella Delibera n. 80 del 22 settembre 2020 della Corte dei conti Lazio, la Sezione afferma che la corretta applicazione del “metodo semplificato” prevede l’esatta determinazione del “Fondo crediti di dubbia esigibilità”(“Fcde”) accantonato nel rendiconto del precedente esercizio, così come di quello definitivamente stanziato nel bilancio di previsione dell’esercizio rendicontato.

Una scorretta e insufficiente quantificazione precedente comporta inevitabilmente l’errata determinazione della somma da accantonare a rendiconto, rendendola parimenti sottostimata anche agli effetti dell’attendibilità del risultato di amministrazione.

In questo senso, il metodo semplificato costituisce una procedura di calcolo del “Fcde” alternativa a quella ordinaria, ma pur sempre basata su una precisa formula espressamente prevista dal Principio contabile anche al fine di consentirne la verifica immediata.


Related Articles

Aggiudicazione provvisoria: possibile la revoca in autotutela purché adeguatamente motivata

Nella Sentenza n. 1168 del 24 aprile 2015 del Tar Sicilia – Catania, una stazione appaltante aveva lanciato una Rdo

Terzo Settore: nuove regole per il versamento della quota degli utili delle Cooperative

Con il Decreto 23 luglio 2014, pubblicato sulla G.U. n. 225 del 27 settembre 2014, il Ministero dello Sviluppo economico

“Decreto Rilancio”: le principali novità fiscali di interesse per Enti Locali e Società pubbliche contenute nel Dl. n. 34/2020

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 128 del 19 maggio 2020 (Supplemento Ordinario n. 21) l’atteso Dl. 19 maggio 2020,

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.