“Fondo crediti di dubbia esigibilità”: un Parere della Corte Lazio sul metodo semplificato

“Fondo crediti di dubbia esigibilità”: un Parere della Corte Lazio sul metodo semplificato

Nella Delibera n. 80 del 22 settembre 2020 della Corte dei conti Lazio, la Sezione afferma che la corretta applicazione del “metodo semplificato” prevede l’esatta determinazione del “Fondo crediti di dubbia esigibilità”(“Fcde”) accantonato nel rendiconto del precedente esercizio, così come di quello definitivamente stanziato nel bilancio di previsione dell’esercizio rendicontato.

Una scorretta e insufficiente quantificazione precedente comporta inevitabilmente l’errata determinazione della somma da accantonare a rendiconto, rendendola parimenti sottostimata anche agli effetti dell’attendibilità del risultato di amministrazione.

In questo senso, il metodo semplificato costituisce una procedura di calcolo del “Fcde” alternativa a quella ordinaria, ma pur sempre basata su una precisa formula espressamente prevista dal Principio contabile anche al fine di consentirne la verifica immediata.


Related Articles

Finanza locale: diffusa la Relazione della Corte sulla gestione finanziaria 2013 degli Enti Locali

La Sezione delle Autonomie della Corte dei conti ha reso noto, il 19 gennaio 2014, sul proprio sito, il testo

Nozione di contratti a titolo oneroso: la definizione della Corte di Giustizia europea

Nella Sentenza n. C-606/17 del 18 ottobre 2018 della Corte di Giustizia europea, la questione controversa in esame riguarda l’affidamento

Istat: pubblicato l’aggiornamento dell’Indice sul costo della vita a ottobre 2016

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 279 del 13 settembre 2016 il Comunicato dell’Istat contenente l’aggiornamento al mese di ottobre

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.