“Fondo di solidarietà comunale”: il Viminale rende note le quote 2016 spettanti ai singoli Comuni

“Fondo di solidarietà comunale”: il Viminale rende note le quote 2016 spettanti ai singoli Comuni

Il Ministero dell’Interno-Direzione centrale della Finanza locale, ha messo a disposizione dei Comuni sul proprio Portale istituzionale (all’indirizzo http://finanzalocale.interno.it/apps/floc.php/in/cod/28) i dati relativi alle quote relative al “Fondo di solidarietà comunale” spettanti ad ogni singolo Ente per il 2016.

Viene determinato l’incremento delle entrate Imu da trattenere per alimentare il Fondo di solidarietà comunale da sottrarre al Fondo di solidarietà comunale calcolato sulle risorse storiche, rettificato per le disposizioni del Dpcm. 10 settembre 2015 e dell’art. 1, comma 14, lett. f) e dell’art. 1, comma 763 della Legge n. 208/15.

Per la determinazione del “Fondo di solidarietà comunale 2016”, oltre alle rettifiche al “Fsc” come sopra determinato, vengono poi sottratte/aggiunte risorse in relazione alla perequazione sui fabbisogni e sulla capacità fiscale di ogni singolo Comune e le somme derivanti dal ristoro dei minori introiti Imu (agevolazioni) e Tasi (abolizione e agevolazioni) 2016.

Con Comunicato del 30 marzo 2016, il Ministero ha reso noto che i criteri di formazione e di riparto del Fondo sono stati fissati nell’ambito della seduta della Conferenza Stato-Città ed Autonomie locali del 24 marzo 2016.

In applicazione dell’art. 1, comma 380-ter, lett. b), della Legge n. 228/12, tali criteri saranno ufficializzati attraverso un Dpcm. ma, in attesa della pubblicazione dello stesso, il Viminale ha deciso di anticipare alle Amministrazioni il dato tenendo presumibilmente conto dell’ormai imminente scadenza dell’approvazione dei bilanci di previsione 2016, prorogati dal Dm. Interno 1° marzo 2016 al 30 aprile 2016.


Related Articles

“Orti urbani”: è corretto registrare come attività istituzionale gli introiti derivanti dai contributi degli anziani?

Il testo del quesito: “Il ns. Comune cede in uso ad una trentina di anziani residenti sul territorio un appezzamento

Dichiarazione dei sostituti d’imposta: approvati la “CU 2020” e il Modello “770/2020”, con le relative Istruzioni ministeriali

Con 2 Provvedimenti datati 15 gennaio 2020, l’Agenzia delle Entrate ha approvato la Dichiarazione dei sostituti d’imposta, composta dalla “CU

Riduzione canoni locazione P.A.: si applica anche nel caso in cui il proprietario sia un Ente Locale

Nella Delibera n. 76 del 21 maggio 2015 della Corte dei conti Piemonte, un Sindaco espone che in data 19