“Fondo per le Politiche relative ai diritti e alle Pari opportunità”: in arrivo 30 milioni di Euro alle Regioni e alle Province autonome

“Fondo per le Politiche relative ai diritti e alle Pari opportunità”: in arrivo 30 milioni di Euro alle Regioni e alle Province autonome

Sulla Gazzetta Ufficiale del 10 novembre 2022 è stato pubblicato il Dpcm. 22 settembre 2022, relativo alla “Ripartizione delle risorse del ‘Fondo per le Politiche relative ai diritti e alle Pari opportunità’ – Annualità 2022”. 

Le risorse destinate alle Regioni e alle Province autonome di Trento e Bolzano, per un importo pari ad Euro 30 milioni, sono ripartite in Euro 15 milioni destinati ai Centri antiviolenza pubblici e privati e Euro 15 milioni a destinati al finanziamento delle case-rifugio pubbliche e private.

La quota destinata alle Province autonome di Trento e Bolzano è pari rispettivamente a Euro 91.917 e a Euro 90.835.

Le risorse sono ripartite coerentemente con gli Obiettivi declinati dal “Piano strategico nazionale sulla violenza maschile contro le donne (2021-2023)”.

In particolare, le risorse sono destinate a:

  • iniziative volte a sostenere la ripartenza economica e sociale delle donne nel loro percorso di fuoriuscita dal circuito di violenza, nel rispetto delle scelte programmatiche di ciascuna Regione; 
  • rafforzamento della rete dei Servizi pubblici e privati attraverso Interventi di prevenzione, assistenza, sostegno e accompagnamento delle donne vittime di violenza; 
  • Interventi per il Sostegno abitativo, il Reinserimento lavorativo e più in generale per l’accompagnamento nei percorsi di fuoriuscita dalla violenza; 
  • azioni per migliorare le capacità di presa in carico delle donne migranti anche di seconda generazione e rifugiate vittime di violenza; 
  • Progetti rivolti anche a donne minorenni vittime di violenza e a minori vittime di violenza assistita; 
  • azioni di informazione, comunicazione e formazione.

Le risorse, secondo gli importi indicati nella Tabelle “1” e “2” allegate al Decreto, saranno trasferite a seguito di specifica richiesta da parte delle Regioni da inoltrare al Dipartimento per le Pari opportunità, all’indirizzo di Posta elettronica certificata progettiviolenza@pec.governo.it. Entro 60 giorni dalla data della comunicazione da parte del Dipartimento per le Pari opportunità dell’avvenuta registrazione da parte degli Organi di controllo del Decreto, dovrà essere allegata un’apposita Scheda programmatica contenente:

  • la declinazione degli Obiettivi che la Regione intende conseguire mediante l’utilizzo delle risorse oggetto del riparto; 
  • l’indicazione delle attività da realizzare per l’attuazione degli Interventi; 
  • il Cronoprogramma delle attività; 
  • la descrizione degli Interventi che si prevede di realizzare;
  • un Piano finanziario coerente con il citato Cronoprogramma.

Related Articles

Canoni locazione: la riduzione prevista dal Dl. n. 95/12 si applica anche ai contratti stipulati con Enti territoriali proprietari

Nella Delibera n. 45 del 3 maggio 2016 della Corte dei conti Emilia Romagna, l’Ente in questione è in procinto

Processo tributario: possibile richiedere l’accesso temporaneo agli atti del fascicolo telematico anche per la parte non costituita

Da lunedì 28 gennaio 2019 è disponibile – nell’ambito del Processo tributario telematico – il nuovo Servizio di richiesta di

“Fondo sperimentale di riequilibrio”: ripartite tra Città metropolitane e Province le risorse 2019

Con il Decreto datato 8 marzo 2019 e pubblicato sulla G.U. n. 71 del 25 marzo 2019, emanato dal Ministero

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.