“Fondo salario accessorio”: progressioni e indennità di Comparto dei cessati non determinano incrementi

“Fondo salario accessorio”: progressioni e indennità di Comparto dei cessati non determinano incrementi

Corte dei conti e Aran hanno recentemente fornito chiarimenti sugli effetti determinati sul “Fondo per il salario accessorio” relativamente alle risorse destinate a progressioni economiche orizzontali e indennità di Comparto a seguito di cessazione dal servizio dei dipendenti.

Il Giudice contabile della Sezione controllo Puglia, con la Deliberazione n. 110/2017, ha risposto ad un quesito formulato da un Comune che aveva chiesto se i risparmi che si rilevano sulle progressioni orizzontali dei dipendenti cessati dal servizio possono andare a integrare il “Fondo del salario accessorio” in vigenza dell’art. 23, comma 2, del Dlgs. n. 75/17 (tetto

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

“Pareggio di bilancio 2018”: attribuzione spazi finanziari per il “Patto di solidarietà nazionale verticale”

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze, Dipartimento della Ragioneria dello Stato-Igepa, ha emanato il Decreto ministeriale 9 febbraio 2018, n.

Incremento indennità P.o.: limite di spesa nei Comuni privi di dirigenza

Nella Delibera n. 210 del 23 maggio 2019 della Corte dei conti Lombardia, un Sindaco ha chiesto un parere in

Ddl. Stabilità: le novità in materia di armonizzazione introdotte nel testo approvato dalla Camera

Tra le numerose modifiche apportate al Disegno di legge della Manovra finanziaria per il 2015, approvato il 30 novembre 2014