“Fondo salario accessorio”: progressioni e indennità di Comparto dei cessati non determinano incrementi

“Fondo salario accessorio”: progressioni e indennità di Comparto dei cessati non determinano incrementi

Corte dei conti e Aran hanno recentemente fornito chiarimenti sugli effetti determinati sul “Fondo per il salario accessorio” relativamente alle risorse destinate a progressioni economiche orizzontali e indennità di Comparto a seguito di cessazione dal servizio dei dipendenti.

Il Giudice contabile della Sezione controllo Puglia, con la Deliberazione n. 110/2017, ha risposto ad un quesito formulato da un Comune che aveva chiesto se i risparmi che si rilevano sulle progressioni orizzontali dei dipendenti cessati dal servizio possono andare a integrare il “Fondo del salario accessorio” in vigenza dell’art. 23, comma 2, del Dlgs. n. 75/17 (tetto

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Società partecipate “in house”: azione di responsabilità promossa nei confronti di Amministratori e Sindaci, competenza della giurisdizione ordinaria

Cassazione SS.UU n. 22406 del 13 settembre 2018 La Sentenza in commento rappresenta un passaggio giurisprudenziale più importante di quanto

Dup: prorogato al 31 dicembre il termine di presentazione

La Conferenza Stato-Città, nella riunione svoltasi in data 20 ottobre 2015, ha prorogato al 31 dicembre 2015 il termine per

“Patrimonio P.A.”: entro il 15 dicembre la rilevazione dei beni immobili pubblici relativi all’anno 2017

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento del Tesoro, con l’Avviso 24 settembre 2018 ha comunicato l’avvio della rilevazione