Gare pubbliche: il Consiglio di Stato traccia il perimetro dei gravi illeciti professionali che comportano l’esclusione

Gare pubbliche: il Consiglio di Stato traccia il perimetro dei gravi illeciti professionali che comportano l’esclusione

Nella Sentenza n. 4192 del 5 settembre 2017 del Consiglio di Stato, i Giudici rilevano che il “grave illecito professionale” che, ai sensi dell’art. 80, comma 5, del Dlgs. n. 50/16, comporta l’esclusione del concorrente dalla gara, ricomprende ogni condotta, collegata all’esercizio dell’attività professionale, contraria ad un dovere posto da una norma giuridica, sia essa di natura civile, penale o amministrativa. In particolare, i Giudici chiariscono che, tra i gravi illeciti espressamente contemplati dalla norma, rientrano infatti “le significative carenze nell’esecuzione di un precedente contratto di appalto o di concessione che ne hanno causato la risoluzione anticipata,

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Mepa: ineludibile l’obbligo di indicazione nell’offerta dei costi della sicurezza aziendali

Nell’Ordinanza n. 147 del 31 ottobre 2016 del Tar Molise, la controversia in esame riguarda una gara con richiesta di

“Fondo salario accessorio”: possibilità di incremento con le risorse non utilizzate l’anno precedente

La Corte dei conti Marche, con la Delibera n. 179 del 5 ottobre 2015, si è espressa in materia di

Processo tributario: aggiornata la “Carta dei servizi delle Commissioni tributarie”

  La “Carta dei servizi delle Commissioni tributarie”, diffusa il 25 novembre 2015 dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, è