Gestione beni sequestrati e confiscati alle mafie: il ruolo degli Enti Locali e dell’Agenzia nazionale per l’Amministrazione

Gestione beni sequestrati e confiscati alle mafie: il ruolo degli Enti Locali e dell’Agenzia nazionale per l’Amministrazione

Nella gestione dei beni sequestrati e confiscati alle mafie, in questi ultimi anni il Legislatore ha assegnato un ruolo determinante, non solo all’Agenzia nazionale per l’Amministrazione, bensì anche agli Enti Locali, ed è per questa ragione che ci pare importante approfondirne gli aspetti più specifici ed innovativi.

  1. Le origini delle misure patrimoniali nella lotta alla criminalità organizzata

Le nuove possibilità investigative e giudiziarie previste da quando, nel 1982, si introdusse nel Codice penale l’art. 416-bis trovarono una conferma pochi anni dopo con l’istruzione del cosiddetto “Maxiprocesso” alle cosche palermitane.

Durante il Maxiprocesso fu applicata per la

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

“Sprar”: il Viminale detta le nuove regole per l’accesso ai finanziamenti da parte degli Enti Locali

Con il Decreto 10 agosto 2016, pubblicato in G.U. n. 200 del 27 agosto 2016, il Ministro dell’Interno ha fissato

Blocco assunzioni per le Società in controllo pubblico: prima Pronuncia della Corte dei conti

La Corte dei conti, Sezione Abruzzo, con la Deliberazione n. 252 del 21 dicembre 2016, si è pronunciata in merito

Appalto di lavori: l’opera aggiuntiva è quella che modifica l’identità strutturale o funzionale dell’opera

Nella Sentenza n. 340 del 14 ottobre 2019 del Tar Molise, i Giudici chiariscono che per “opera aggiuntiva” si deve