Graduatorie concorsuali: limiti all’utilizzo

Graduatorie concorsuali: limiti all’utilizzo

Nella Delibera n. 41 del 9 settembre 2019 della Corte dei conti Marche, un Sindaco ha chiesto un parere sull’interpretazione della normativa vigente in materia di utilizzo di graduatorie concorsuali; in particolare, se sia possibile utilizzare graduatorie di concorsi per posti a tempo indeterminato, banditi successivamente al 1° gennaio 2019, per effettuare assunzioni a tempo determinato, nonché utilizzare graduatorie di altri enti, per assunzioni a tempo indeterminato, relative a concorsi prima del 1° gennaio 2019. La Sezione ha chiarito che in base alle novità introdotte dalla Legge n. 145/2018 e smi. e alla perdurante vigenza dell’art. 36, comma 2, del Dlgs. n. 165/2001, le graduatorie di concorsi, banditi successivamente al 1° gennaio 2019 per posti a tempo indeterminato, possano essere correttamente utilizzate – nel rispetto dei limiti e vincoli delle norme contabili – per assunzioni a tempo determinato. Inoltre, la Sezione ritiene ancora possibile l’assunzione mediante scorrimento degli idonei della graduatoria di altro ente formata a seguito di un bando pubblicato precedentemente al 1° gennaio 2019, in quanto fuori dall’ambito applicativo della Legge n. 145/2018.


Related Articles

Concorso pubblico: la guida in stato di ebbrezza non è sempre causa di esclusione

Nella Sentenza n. 9443 del 30 agosto 2016 del Tar Lazio, viene accolto il ricorso proposto da un aspirante Allievo

Alfabetizzazione migranti: assegnati alle Regioni 24 milioni di Euro di finanziamenti europei

Il Viminale ha approvato, con Decreto pubblicato sul proprio sito istituzionale il 30 giugno 2016, la graduatoria dei progetti presentati

Tasso di interesse legale: dal 1° gennaio passa dallo 0,1% allo 0,3%

Con il Decreto del Ministero delle Economia e delle Finanze 13 dicembre 2017, pubblicato sulla G.U. n. 292 del 15

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.