Gratuità degli incarichi ai componenti dei Consigli di amministrazione delle Aziende speciali

Gratuità degli incarichi ai componenti dei Consigli di amministrazione delle Aziende speciali

Nella Delibera n. 58 del 26 luglio 2019 della Corte dei conti Lazio, viene chiesto un parere sulla gratuità della partecipazione agli Organi amministrativi delle Aziende speciali affidatarie dirette di servizi pubblici locali (art. 6, comma 2, del Dl. n. 78/2010) e sulla decurtazione dei compensi ai sensi dell’art. 1, comma 554, della Legge n. 147/2013. La Sezione ribadisce il principio di diritto già affermato dalla Sezione Autonomie nella Delibera n. 9/2019: “1) il Principio della gratuità degli incarichi ai componenti dei Consigli di amministrazione delle Aziende speciali, di cui all’art. 6, comma 2, del Dl. 31 maggio 2010, n. 78, convertito con modificazioni dalla Legge 30 luglio 2010, n. 122, si applica nei confronti delle aziende speciali di cui all’art. 114 del Dlgs. 18 agosto 2000, n. 267, che abbiano ricevuto ‘contributi a carico delle finanze pubbliche’; 2) La nozione di ‘contributi a carico delle finanze pubbliche’ di cui all’art. 6, comma 2, del Dl. n. 78/2010, non comprende il conferimento del capitale di dotazione iniziale, né le erogazioni a titolo di contratto di servizio; 3) qualora sia corrisposto un compenso ai componenti dei consigli di amministrazione delle Aziende speciali di cui all’art. 114 del Dlgs. 18 agosto 2000, n. 267, non beneficiarie di ‘contributi a carico delle finanze pubbliche’ trova applicazione la decurtazione di cui all’art. 1, comma 554, l. 27 dicembre 2013, n. 147, nelle ipotesi richiamate (titolarità di affidamento diretto da parte di soggetti pubblici per una quota superiore all’80% del valore della produzione e conseguimento di un risultato economico negativo nei tre esercizi precedenti)”. Ciò posto, sottolinea che eventuali ricostituzioni del fondo inziale di dotazione, in conseguenza di assorbimenti derivanti da perdite di esercizio, costituiscono erogazioni a fondo perduto, come tali rientranti nel novero delle contribuzioni pubbliche idonee a far scattare la prescrizione di divieto di cui al richiamato art. 6, comma 2, del Dl n. 78/2010.


Related Articles

Imposta di registro: chiarimenti sull’applicazione per diverse tipologie di espropriazioni per pubblica utilità

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta all’Istanza di Interpello n. 669 del 6 ottobre 2021, si è occupata del corretto

Contributi per efficientamento energetico e sviluppo del territorio: al via l’accreditamento degli Enti Locali al “Sistema nazionale di monitoraggio”

Con la Circolare n. 26 dell’8 agosto 2019, il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha fornito ulteriori chiarimenti in merito

Assoggettamento ad Ici: ininfluente il fatto che in un fabbricato si manipolinoo meno prodotti agricoli

Nell’Ordinanza n. 12663 del 19 maggio 2017 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità statuiscono che, in tema di

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.