Ici: area destinata a servizi pubblici non necessariamente è inedificabile

Ici: area destinata a servizi pubblici non necessariamente è inedificabile

Nella Sentenza n. 14765 del 15 luglio 2015 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità osservano che in tema di Ici, a seguito dell’entrata in vigore dell’art. 11-quaterdecies, comma 16, del Dl. n. 203/05, convertito con modificazioni dalla Legge n. 248/05, e dell’art. 36, comma 2, del Dl. n. 223/06, convertito con modificazioni dalla Legge n. 248/06, che hanno fornito l’interpretazione autentica dell’art. 2, comma 1, lett. b), del Dlgs. n. 504/92, l’edificabilità di un’area, ai fini dell’applicabilità del criterio di determinazione della base imponibile fondato sul valore venale, dev’essere desunta dalla qualificazione ad essa attribuita nel

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Appalti: la previa fissazione dei criteri di valutazione è un principio applicabile a tutte le tipologie di gara

La riconducibilità di un appalto ai Settori “esclusi” di cui all’Allegato II-B del “Codice dei Contratti” non fa venir meno

Modalità di calcolo delle capacità assunzionali per gli Enti Locali

Nella Delibera n. 25 del 22 novembre 2017 della Corte dei conti – Sezione Autonomie, la questione controversa in esame

Imu: in caso di separazione le coppie di fatto sono equiparate a quelle che hanno contratto matrimonio

Nella Sentenza n. 11416 del 30 aprile 2019 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità affermano che il presupposto