Ici: attribuzione categoria catastale

Ici: attribuzione categoria catastale

 

Nella Sentenza n. 12315 del 17 maggio 2017, la Corte di Cassazione si esprime sulla legittimità di un avviso di accertamento Ici emesso da Comune su taluni fabbricati. I Giudici di legittimità chiariscono che, in tema di Ici, l’immobile che sia stato iscritto nel Catasto fabbricati come rurale, con l’attribuzione della relativa Categoria (“A/6” o “D/10”), in conseguenza della riconosciuta ricorrenza dei requisiti previsti dall’art. 9, del Dl. n. 557/93, convertito con Legge n. 133/94, non è soggetto all’Imposta ai sensi del combinato disposto dell’art. 23, comma 1-bis del Dl. n. 207/08, convertito con modificazioni dalla Legge n. 14/09, e dell’art. 2, comma 1, lett. a) del Dlgs. n. 504/92. L’attribuzione all’immobile di una diversa Categoria catastale deve essere impugnata specificamente dal contribuente che pretenda la non soggezione all’Imposta per la ritenuta ruralità del fabbricato, restando altrimenti quest’ultimo assoggettato ad Ici. Allo stesso modo il Comune dovrà impugnare l’attribuzione della Categoria catastale “A/6” o “D/10” al fine di potere legittimamente pretendere l’assoggettamento del fabbricato all’imposta. Inoltre, la Suprema Corte pone in evidenza anche l’ininfluenza dello svolgimento o meno, nel fabbricato, di attività diretta alla manipolazione o alla trasformazione di prodotti agricoli, rilevando unicamente il suo classamento.


Related Articles

Addizionale comunale Irpef: il Mef ricorda l’imminente scadenza per la trasmissione delle Delibere di variazione dell’aliquota

Con il Comunicato pubblicato sul proprio sito istituzionale l’11 dicembre 2014, il Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento delle

Ici: ambito applicativo delle agevolazioni previste per gli immobili d’interesse storico-artistico

Nell’Ordinanza n. 27077 del 15 novembre 2017 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità affermano che, in tema di

Ufficio legale: non può essere posto alle dirette dipendenze del Segretario comunale se privo del titolo di Avvocato

Nella Sentenza n. 486 del 16 febbraio 2015 del Tar Lombardia, i Giudici hanno affermato che è illegittima la Delibera