Ici: efficacia della modifica della rendita catastale in autotutela

Ici: efficacia della modifica della rendita catastale in autotutela

Nell’Ordinanza n. 4242 del 21 febbraio 2018 della Corte di Cassazione, un Comune ha impugnato una Sentenza relativa ad un avviso d’accertamento Ici per il 2008, lamentando la violazione dell’art. 74, della Legge n. 342/00, e dell’art. 5, del Dlgs. n. 504/92, in relazione all’art. 360, comma 1, del Cpc., in quanto, erroneamente, i Giudici d’appello, avrebbero ritenuto che la rendita catastale del 13 febbraio 2008, non potesse avere efficacia per il medesimo anno, ma solo a partire dal 1°gennaio dell’anno successivo. In particolare, il Comune ricorrente lamentava che l’atto determinativo della rendita non fosse attributivo ex novo, ma fosse un provvedimento di revisione in autotutela con efficacia retroattiva.

La Suprema Corte rileva che in tema d’Ici, ai sensi dell’art. 74, comma 1, della Legge n. 342/00, dal 1°gennaio 2000 gli atti attributivi o modificativi delle rendite catastali per terreni e fabbricati sono efficaci solo a decorrere dalla loro notificazione, sicché il provvedimento emesso in sede di autotutela modificativo della rendita ha effetto retroattivo dalla data dell’originario classamento, indipendentemente dalla data di notifica della nuova rendita, se si limita a correggere errori originari o vizi dell’atto, mentre se il riesame del classamento viene eseguito sulla base di nuovi elementi, sopravvenuti o diversi rispetto a quello originario, la rettifica della rendita, effettuata dopo il 1° gennaio 2000, è irretroattiva, avendo efficacia “ex nunc”.


Related Articles

Sentenze esecutive: sussiste l’obbligo di convocare tempestivamente il Consiglio comunale per il riconoscimento del debito

Nella Delibera n. 29 del 22 febbraio 2018 della Corte dei conti Puglia viene chiesto un parere in merito alla

Norma sul finanziamento dei “livelli essenziali delle prestazioni”: incostituzionalità

Nella Sentenza n. 235 del 10 novembre 2017 della Corte Costituzionale, i Giudici si esprimono sulla legittimità costituzionale dell’art. 3,

Promozione di integrità e trasparenza: firmato il Protocollo d’intesa tra Anac e Ocse

Con il Comunicato 12 maggio 2016, l’Anac ha reso nota l’avvenuta sottoscrizione, tra il Segretario generale dell’Ocse ed il Presidente