Ici, Imu e Tasi: macchinari soggetti al pagamento

Ici, Imu e Tasi: macchinari soggetti al pagamento

La Corte di Cassazione, con la Sentenza n. 3166 del 18 febbraio 2015, ha affermato che, in virtù della combinazione della normativa fiscale e di quella codicistica, tutte le componenti che contribuiscono in via ordinaria ad assicurare, ad una unità immobiliare, una specifica autonomia funzionale e reddituale stabile nel tempo, sono da considerare elementi idonei a descrivere l’unità stessa ed influenti rispetto alla quantificazione della relativa rendita catastale, come da ultimo confermato dalla norma d’interpretazione autentica contenuta nell’art. 1, comma 244, della Legge n. 90/14. Quindi, in base al principio di diritto sopra esposto, i Giudici di legittimità hanno statuito che anche i macchinari sono soggetti all’imposizione fiscale ed al pagamento di Ici, Imu e Tasi. Pertanto, alla determinazione della rendita catastale, partecipano un complesso di elementi ritenuti funzionalmente connessi, costituiti da impianti e macchinari, che fanno parte dell’immobile.

Corte di Cassazione, Sentenza n. 3166 del 18 febbraio 2015


Related Articles

“Servizi Demografici”: diffusi i Modelli dei Certificati di stato civile albanesi

Il Ministero dell’Interno – Direzione centrale per i Servizi Demografici, con la Circolare n. 17/2015, pubblicata il 10 novembre 2015,

E-fattura per le cessioni di carburante per autotrazione: in G.U. l’atteso Decreto di proroga al 1° gennaio 2019

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 148 del 28 giugno 2018 il Dl. n. 79/18, recante la “Proroga del termine

Unioni di Comuni e Comunità montane: emanato il Dm. relativo alla richiesta di contributo 2018 per i Servizi gestiti in forma associata

Il Ministero dell’Interno – Direzione centrale della Finanza locale ha diffuso, in data 13 giugno 2018 sul proprio sito istituzionale,