Ici: l’Architetto può difendere il contribuente in determinate controversie

Ici: l’Architetto può difendere il contribuente in determinate controversie

Nella Sentenza n. 7179/64/2014 della Ctr Lombardia, i Giudici osservano che l’art. 12, del Dlgs. n. 546/92, statuisce che l’Architetto può legittimamente difendere i contribuenti contro gli atti emessi dal Comune o dall’Agenzia del Territorio che riguardano accertamenti Ici. L’Architetto è abilitato alla difesa presso le Commissioni tributarie, se la controversia riguarda questioni tecniche attinenti la superficie dell’area sottoposta al tributo in relazione alle risultanze catastali e al piano di lottizzazione e alla portata dello strumento urbanistico. Naturalmente il Giudice tributario deve sempre verificare la capacità del difensore, poiché non basta la sola iscrizione all’ordine professionale ma è necessaria anche l’iscrizione all’Albo o all’Elenco per poter rappresentare legittimamente in Commissione tributaria.


Tags assigned to this article:
architettoCommissioni tributariedifensoreIci

Related Articles

Ici: soggettività passiva cava edificabile

Nell’Ordinanza n. 351 del 13 gennaio 2021 Corte di Cassazione, la Suprema Corte rileva che gli artt. 1 e 2

Scioglimento di una Società mista quando non persegue finalità istituzionali

Nella Sentenza n. 5193 del 9 dicembre 2016 del Consiglio di Stato, la questione controversa inizia con la Delibera consiliare

Impugnazione di un provvedimento di esclusione da una procedura di gara: applicazione del termine previsto dal c.d. “rito appalti”

Nella Sentenza n. 2444 del 24 maggio 2017 del Consiglio di Stato, una Società impugnava l’esclusione disposta nei suoi confronti