Ici: notificazione per mezzo del “servizio postale”

Ici: notificazione per mezzo del “servizio postale”

Nell’Ordinanza n. 28173 del 5 novembre 2018 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità affermano che, in tema di notificazione della cartella esattoriale, qualora l’Agente della riscossione produca in giudizio copia fotostatica della relazione di notificazione o dell’avviso di ricevimento della cartella di pagamento con la certificazione di conformità alle risultanze informatiche in suo possesso, e l’obbligato contesti, ai sensi dell’art. 2719 del Cc., la conformità delle copie agli originali, il Giudice, anche laddove riscontri la mancanza di una rituale notificazione, non può limitarsi a negare ogni efficacia probatoria alle copie prodotte, dovendo comunque valutare le specifiche difformità contestate sulla base degli elementi probatori disponibili, compresi quelli di natura presuntiva, attribuendo il giusto rilievo anche all’attestazione, da parte dell’Agente della riscossione, della conformità delle copie prodotte alle riproduzioni informatiche degli originali in suo possesso. Inoltre, la Suprema Corte chiarisce che l’onere di disconoscimento, pur non prevedendo l’uso di formule sacramentali, deve consistere in una dichiarazione di contenuto chiaro e specifico che consenta di desumere gli estremi della negazione della genuinità della copia e che il Giudice può comunque, a fronte del disconoscimento, apprezzare l’efficacia rappresentativa della copia anche a mezzo di elementi presuntivi.


Related Articles

Imposta di soggiorno: responsabilità degli albergatori

Nella Deliberazione n. 112 del 31 luglio 2018 della Corte dei conti Emilia Romagna, un Sindaco, con riferimento alla disciplina

“Legge Delrio”: in rete i dati sul personale coinvolto nei processi di mobilità

Sono stati pubblicati sul Portale http://www.mobilita.gov.it/, del Dipartimento della Funzione pubblica, i dati relativi al personale interessato dai processi di

Ici: per il riconoscimento della ruralità è indispensabile l’iscrizione dell’immobile in Categoria “A/6” o “D/10”

Nella Sentenza n. 10808 del 25 maggio 2016, la Corte di Cassazione ha statuito che per il riconoscimento della ruralità

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.