Il Sindaco non può far parte di una Commissione di concorso

Il Sindaco non può far parte di una Commissione di concorso

Nella Sentenza n. 8670 del 3 luglio 2019 del Tar Lazio, i Giudici affermano che la Commissione esaminatrice opera come collegio perfetto in tutti i momenti in cui vengono adottate determinazioni rilevanti ai fini della valutazione dei candidati. Tanto che la presenza anche di un solo componente versante in situazione di incompatibilità mina in radice il principio del collegio perfetto con conseguente invalidità delle attività svolte. Inoltre, i Giudici pongono in evidenza che, in ossequio all’art. 35, comma 3, lett. e), del Dlgs. n. 165/2001 e dall’art. 9, comma 2 del Dpr. n. 487/1994, i soggetti che rivestono cariche politiche elettive non possono prendere parte a Commissioni esaminatrici di pubblici concorsi. Quindi, un Sindaco non può far parte della Commissione.


Related Articles

Personale: in caso di licenziamento orale l’onere della prova spetta al lavoratore

La Sentenza n. 22542 del 23 ottobre 2014 della Corte di Cassazione, statuisce che grava sul lavoratore l’onere di provare

Servizio civile: pubblicato il calendario dei colloqui dei candidati ammessi

Con un Comunicato del 20 ottobre 2015, il Governo ha dato notizia dell’avvenuta pubblicazione del calendario dei colloqui dei candidati

“Testo unico in materia di Società a partecipazione pubblica”: i nuovi limiti “qualitativi” alla detenzione di partecipazioni in Società

Ai sensi e per gli effetti dall’art. 3, comma 27, della Legge n. 244/07 (“Finanziaria 2008”) – ora abrogato dall’art.

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.