Imposta di soggiorno: la Corte dei conti Toscana ribadisce che l’albergatore è Agente contabile

Imposta di soggiorno: la Corte dei conti Toscana ribadisce che l’albergatore è Agente contabile

Nella Sentenza n. 81 del 27 marzo 2018 della Corte dei conti, Sezione Giurisdizionale per la Toscana, viene condannata una Società titolare della gestione di struttura ricettiva, in solido con i propri amministratori, al pagamento in favore di un Comune dell’Imposta di soggiorno incassata, oltre spese di giudizio e interessi legali.

Il danno è correlato al mancato versamento, in favore dell’Ente Locale, dell’Imposta di soggiorno, istituita con Deliberazione consiliare, a seguito della promulgazione del Dlgs. n. 23/11 che, all’art. 4, comma 2, ha reintrodotto l’abrogato tributo, per il periodo luglio 2012 – febbraio 2015, avendo operato, come riferito dalla Polizia

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Affari regionali: ufficiali le dimissioni del Ministro Lanzetta

Sono state formalmente accettate, con il Dpr. 30 gennaio 2015, pubblicato sulla G.U. n. 27 del 3 febbraio 2015, le

Mense scolastiche: la Conferenza Unificata detta le regole anti-spreco alimentare

Ogni anno nell’Unione Europea vengono sprecate, in tutte le fasi della catena alimentare, circa 100 milioni di tonnellate di cibo,

Tia: diritto di emendare retroattivamente la Dichiarazione Tia

Nella Sentenza n. 453 dell’11 gennaio 2018 della Corte di Cassazione, una Società impugnava l’avviso di accertamento notificato da altra

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.