Imposta sulla pubblicità: logo sul fascione della pensilina della stazione di servizio

Imposta sulla pubblicità: logo sul fascione della pensilina della stazione di servizio

Nell’Ordinanza n. 8427 del 31 marzo 2017 della Corte di Cassazione, la questione controversa riguarda l’avviso di pagamento dell’Imposta sulla pubblicità per l’anno 2006 emesso da un Comune in relazione al messaggio pubblicitario costituito dal logo della Società petrolifera inserito nel “fascione” della pensilina della stazione di servizio, Imposta calcolata con riferimento alla sua intera superficie.

La Suprema Corte chiarisce che la misura dell’Imposta relativa alla pubblicità contenente la riproduzione del marchio commerciale va calcolata, ai sensi dell’art. 7, comma 1, del Dlgs. n. 507/93, sulla base delle dimensioni dell’intera superficie dell’installazione pubblicitaria, comprensiva anche della parte non coperta dal marchio, solo se quest’ultima abbia, per dimensioni, forma, colore, ovvero per mancanza di separazione grafica rispetto all’altra, le caratteristiche proprie o della componente pubblicitaria aggiuntiva vera e propria ovvero quelle di una superficie estensiva del messaggio pubblicitario.

Pertanto, anche le fasce o cassonetti di copertura e completamento degli impianti di distribuzione possono costituire la base per il computo dell’imposta, qualora soddisfino i requisiti sopra richiamati.

In conclusione, il logo della Società apposto sul fascione della pensilina di una stazione di servizio non può essere considerato parte integrante del messaggio pubblicitario, poiché è distinto dal marchio e consiste semplicemente nella decorazione della pensilina.


Related Articles

Entrate tributarie: primo trimestre in linea con il 2014 (-0,1%), in calo il gettito Iva a causa dell’avvio dello “split payment”

Con il Comunicato-stampa n. 101 del 5 maggio 2015, il Mef ha tracciato il quadro dell’andamento delle entrate tributarie del

“Servizi sociali”: al via nuove agevolazioni per i bambini che frequentano gli Asili nidi pubblici e privati

In arrivo nuove agevolazioni per i bambini dai zero ai 3 anni. A disciplinarle è il Dpcm. 17 febbraio 2017,

“Por FesrToscana2014-2020”: aperto il bando per ottenere finanziamenti a tasso zero per start up innovative

Titolo bando:Finanziamenti a tasso zero per start up innovative Tipo fondo: Por FesrToscana 2014-2020 Beneficiari: micro e piccole imprese o