Imposte dirette: non costituiscono reddito le indennità sostitutive del vitto erogate a seguito della chiusura degli esercizi convenzionati

Imposte dirette: non costituiscono reddito le indennità sostitutive del vitto erogate a seguito della chiusura degli esercizi convenzionati

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta all’Istanza di Interpello n. 301 del 2 settembre 2020, ha definito il trattamento fiscale applicabile all’indennità erogata da un Ente pubblico ai propri dipendenti che nel periodo di emergenza da “Covid-19” non hanno potuto utilizzare il badge elettronico per la somministrazione del vitto.

L’Ente pubblico istante ha fatto presente che, per quanto riguarda la somministrazione del vitto al proprio personale amministrativo, riconosce una indennità di Euro 6, legata al consumo del pasto e al rispetto di certe condizioni di orario, tramite l’utilizzo da parte del dipendente di un badge elettronico presso gli

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Iva: per i lavori di restauro, consolidamento e valorizzazione di un borgo storico è applicabile l’aliquota agevolata?

Il testo del quesito (sintesi): “Quale aliquota Iva deve essere applicata ai lavori direstauro, consolidamento e valorizzazione di un borgo

“Superbonus”: confermato che possono fruirne gli Enti di gestione del patrimonio Erp anche se di proprietà di Consorzi di Comuni

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta n. 162 dell’8 marzo 2021, si è occupata della possibilità di fruizione del “Superbonus”

“Art-bonus”: per poterne godere ribadito il concetto di “appartenenza pubblica” di un complesso monumentale gestito da una Fondazione

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta all’Istanza di Interpello n. 176 del 10 giugno 2020 ha fornito chiarimenti in ordine

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.