Imu: aggiornamento dei coefficienti per i fabbricati del Gruppo “D” inseriti nelle scritture contabili

È stato pubblicato sulla G.U. n. 45 del 24 febbraio 2014 il Decreto Mef 19 febbraio 2014, titolato “Aggiornamento dei coefficienti per la determinazione del valore dei fabbricati di cui all’art. 5, comma 3, del Dlgs. n. 504/92, agli effetti dell’Imposta municipale propria (Imu) e del Tributo per i servizi indivisibili (Tasi), dovuti per l’anno 2014”.

Il Decreto in esame ha provveduto ad aggiornare i coefficienti utili per la determinazione del valore dei fabbricati classificabili nel Gruppo catastale “D”, posseduti da imprese e distintamente contabilizzati, fino all’anno nel quale i fabbricati citati non vengono iscritti in Catasto con attribuzione di rendita.

L’aggiornamento dei citati coefficienti ha effetto sia per l’Imu che per la Tasi.

Per ulteriori approfondimenti, rinviamo alla lettura del Documento di prassi disponibile sul sito www.entilocaliweb.it.


Tags assigned to this article:
Imu

Related Articles

Imu: in caso di risoluzione del contratto di locazione finanziaria la soggettività passiva torna alla Società di leasing

Nella Sentenza n. 4187 del 12 giugno 2017 della Ctp Milano,la questione controversa riguarda chi deve pagare l’Imu nel periodo

Tari: computo degli occupanti negli immobili tenuti a disposizione da contribuenti non residenti nel Comune

Il testo del quesito: “L’Amministrazione comunale, ai fini del computo del numero degli occupanti per la determinazione della Tari dovuta

Processo tributario: iscrizione a ruolo dei crediti degli Enti previdenziali

Nell’Ordinanza n. 26339 del 19 ottobre 2018 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità affermano che, in tema di

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.