Imu su immobile in leasing: in caso di risoluzione anticipata, è dovuta dalla Società concedente a prescindere dalla riconsegna dell’immobile

Imu su immobile in leasing: in caso di risoluzione anticipata, è dovuta dalla Società concedente a prescindere dalla riconsegna dell’immobile

Nella Sentenza n. 4084 del 1°ottobre 2018 della Ctr Lombardia, una Società per azioni impugna un provvedimento di diniego di un Comune sul rimborso dell’Imu versata per l’anno 2012 relativamente ad un immobile concesso in leasing finanziario ad un terzo con contratto.

I Giudici osservano che l’art. 9, comma 1, del Dlgs. n. 23/2011, prevede che, per gli immobili concessi in locazione finanziaria, soggetto passivo dell’Imu è il locatario a decorrere dalla data della stipula e per tutta la durata del contratto. A questa stregua, nelle ipotesi in cui il contratto di locazione finanziaria venga risolto prima della scadenza, a decorrere dalla data della risoluzione anticipata l’Imu è dovuta dalla Società concedente indipendentemente dalla riconsegna dell’immobile, a nulla rilevando in senso contrario la differente disciplina normativa di cui all’art. 1, comma 272, della Legge n. 147/2013, concernente specificamente la Tasi, dove il presupposto impositivo è il possesso o la detenzione a qualsiasi titolo. Non vale neppure l’onere della comunicazione/dichiarazione ai fini Imu da effettuare entro 90 giorni dalla data di riconsegna del bene risultante dal relativo verbale, gravante solidalmente sulla Società di leasing e sul locatario detentore senza titolo dell’immobile.


Related Articles

Commistione tra requisiti soggettivi e criteri di valutazione dell’offerta: possibile se incide sulla qualità dell’esecuzione

  Nel Parere n. 36 del 1° aprile 2015, l’Anac afferma che non è illegittimo introdurre requisiti relativi all’esperienza pregressa

Appalti: modalità ed entità del versamento dei contributi in sede di gara

E’ stata pubblicata sulla G.U. n. 45 del 23 febbraio 2018 la Delibera n. 1300 del 20 dicembre 2017 dell’Autorità

Ici: la Ctr Toscana chiarisce i casi in cui è applicabile l’esenzione per l’abitazione principale

Nella Sentenza n. 1493 del 24 luglio 2018 della Ctr Toscana, i Giudici si esprimono sull’esenzione ai fini Ici dell’abitazione

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.