Imu/Tasi: emanato il Decreto per la modifica delle variazioni compensative derivanti dall’esenzione per i terreni agricoli

Imu/Tasi: emanato il Decreto per la modifica delle variazioni compensative derivanti dall’esenzione per i terreni agricoli

È stato pubblicato sul sito web del Ministero dell’Interno – Direzione centrale della Finanza locale, il Decreto 22 ottobre 2015 avente ad oggetto “Ripartizione delle variazioni compensative di risorse derivanti dalle modifiche apportate al regime di esenzione dall’imposta municipale propria (Imu) dei terreni agricoli, per l’anno 2014, di cui all’Allegato B al Decreto legge 24 gennaio 2015, n. 4, convertito, con modificazioni, dalla Legge 24 marzo 2015, n. 34”.

Il Decreto in commento dispone la rideterminazione della ripartizione delle risorse compensative ai Comuni sulla base della verifica del gettito per l’anno 2014, tenuto fermo l’ammontare complessivo del trasferimento, pari ad Euro 230.691.885,93.

Le risorse sono state erogate ai sensi del Decreto-legge 24 gennaio 2015, n. 4, sulla base della metodologia condivisa con l’Anci e sentita la Conferenza Stato-Città ed Autonomia locali nella seduta del 16 luglio 2015.

Nel dettaglio, le variazioni compensative sono previste, con riferimento a ciascun Comune, nell’Elenco allegato n. 2 al Decreto in commento. Per quanto concerne i Comuni delle Regioni Friuli-Venezia Giulia e Valle d’Aosta, le variazioni compensative saranno disposte ai sensi dell’art. 13, comma 17, del Dl. n. 201/11.


Related Articles

Assunzione di figure infungibili: ammessa solo a determinate condizioni

Nella Delibera n. 412 del 14 ottobre 2015 la Corte dei conti Toscana si esprime sulla corretta applicazione dell’art. 1,

Esclusione per collegamento sostanziale: deve essere preceduta da un contraddittorio con le Imprese

Nella Sentenza n. 1214 del 10 luglio 2015 del Tar Piemonte, Sezione II, i Giudici statuiscono che l’esclusione da una

Ici: anche i terreni che non raggiungono le dimensioni minime per essere edificati sono soggetti al pagamento

Nella Sentenza n. 16485 del 5 agosto 2016, la Corte di Cassazione statuisce che le dimensioni ridotte del terreno non