Imu/Tasi: esenzione degli immobili posseduti dalle Casse edili

È stata pubblicata sul sito web istituzionale del Dipartimento delle Finanze la Risoluzione 5 ottobre 2015, n. 8/DF (“Imposta municipale propria (Imu) e Tributo per i servizi indivisibili (Tasi). Immobili utilizzati da enti non commerciali per l’attività previdenziale. Esenzione di cui all’art. 7, comma 1, lett. i), del Dlgs. n. 504/92. Quesito”).

Tale documento di prassi è stato diffuso a chiarimento dell’applicazione dell’esenzione prevista dall’art. 7, comma 1, lett. i ), del Dlgs. n. 504/92, agli immobili utilizzati dalle casse edili.

Di seguito vengono analizzati i passi ritenuti maggiormente significativi della Risoluzione in esame, rinviando alla lettura del

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

“Ddl. Bilancio 2021-2023”: il quadro delle principali novità contenute nel testo licenziato dal Consiglio dei Ministri

Facendo seguito alla Deliberazione 18 ottobre 2020, il Consiglio dei Ministri, riunitosi il 16 novembre 2020 a Palazzo Chigi sotto

Delega fiscale: pubblicato in G.U. il Decreto legislativo di revisione del sistema sanzionatorio penale e amministrativo

Entra in vigore dal 22 ottobre 2015 il Dlgs. 24 settembre 2014, n. 158 (“Revisione del sistema sanzionatorio in attuazione

“Testo unico Ambiente”: scattano aspre sanzioni e pene esemplari per i reati e i delitti ambientali

E’ stata pubblicata sulla G.U. n. 122 del 28 maggio 2015, la Legge 22 maggio 2015, n. 68, recante “Disposizioni