Incarichi di studio e consulenza delle Province: dalla Corte dei conti due orientamenti opposti

Incarichi di studio e consulenza delle Province: dalla Corte dei conti due orientamenti opposti

Corte dei conti Lombardia, Delibera n. 137 del 30 marzo 2015

Nella fattispecie in esame è stato richiesto un parere riguardante la corretta interpretazione della disposizione di cui all’art. 1, comma 420, lett. g), della Legge n. 190/14, che a decorrere dal 1° gennaio 2015 vieta alle Province delle Regioni a statuto ordinario di attribuire incarichi di studio e consulenza.

La Sezione afferma che tale divieto, nella misura in cui sia preordinato a conseguire risparmi di spesa, non impedisce alla Provincia di conferire incarichi di studio e consulenza a soggetti esterni all’Amministrazione la cui spesa sia interamente finanziata da fondi

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Assunzione assistenti sociali a tempo determinato: il Comune può superare il limite di spesa imposto dall’art. 9, comma 28, Dl. n. 78/10?

Il testo del quesito: “Ai fini delle Assunzioni di assistenti sociali a tempo determinato, l’Ente può superare il limite di

Incentivi per funzioni tecniche: non sono spesa di personale ai fini del computo delle facoltà assunzionali

Nella Delibera n. 73 del 7 maggio 2021 della Corte dei conti Lombardia, un Sindaco chiede: – se, secondo il

Procedure di reclutamento del personale delle Società a partecipazione pubblica: giurisdizione del Giudice ordinario

Nella Sentenza n. 12143 del 22 ottobre 2019 del Tar Lazio, la questione controversa riguarda la procedura selettiva bandita da