Incarichi dirigenziali: applicazione dell’art. 5, comma 9, del Dl. n. 95/2012 anche in caso di pensionamento sopravvenuto

Incarichi dirigenziali: applicazione dell’art. 5, comma 9, del Dl. n. 95/2012 anche in caso di pensionamento sopravvenuto

Nella Delibera n.  178 del 18 dicembre 2020 della Corte dei conti Lombardia, la Regione ha chiesto, in riferimento agli incarichi di Direttore (generale, amministrativo, sanitario o socio-sanitario), alla luce dell’art. 5, comma, 9 del Dl. n. 95/2012, convertito nella Legge n. 135/2012, che disciplina gli incarichi al personale in quiescenza, un parere sulla compatibilità o meno del sopraggiunto status di quiescenza con la prosecuzione dell’incarico di Direttore, specificando se:

– il collocamento in quiescenza di un Direttore (generale, amministrativo, sanitario o socio-sanitario) sia elemento di per sé sufficiente a determinare il venir meno dell’incarico;

– qualora invece il collocamento

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Società a partecipazione pubblica: le principali differenze del Testo Unico approvato in primo e secondo esame preliminare dal Consiglio dei Ministri

Lo Schema di Decreto legislativo recante il “Testo Unico in materia di Società a partecipazione pubblica” (“Testo unico”), così come

“Trasparenza” e “Anticorruzione”: le novità introdotte dalle nuove “Linee-guida” Anac per le Società partecipate

Premessa L’Autorità nazionale Anticorruzione ha adottato, il 17 giugno 2015, la Determinazione n. 8, con la quale sono state dettate

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.