Incarico ritenuto inconferibile: spetta ai Responsabili prevenzione della corruzione dell’Ente il potere di dichiararne la nullità

Incarico ritenuto inconferibile: spetta ai Responsabili prevenzione della corruzione dell’Ente il potere di dichiararne la nullità

Nella Sentenza n. 11270 del 14 novembre 2016 del Tar Lazio, un Consorzio per l’Area di sviluppo industriale di una Provincia ha impugnato la Delibera dell’Anac con la quale è stata accertata l’inconferibilità, ai sensi dell’art. 16 del Dlgs. n. 39/13, dell’incarico di Presidente del Consorzio a un Avvocato, che alla data del conferimento ricopriva la carica di Sindaco di un Comune.

I Giudici laziali annullano la Delibera dell’Anac, affermando che l’art. 16 del Dlgs n. 39/16 delinea i rapporti tra Autorità e Responsabile per la prevenzione della corruzione, attribuendo all’una compiti di vigilanza e indirizzo, e all’altro l’effettivo esercizio del potere decisionale, con tutte le responsabilità che tale impegno comporta. In base a ciò, l’interpretazione normativa che conferisce all’Anac la veste di “estremo garante” in materia di Anticorruzione, tanto da predefinire il contenuto dei provvedimenti di competenza del “Rpc”, risulta inammissibile e contraria al principio di legalità. In conclusione, soltanto al “Rpc” dell’Ente spetta il compito, ove ne ravvisi i presupposti, di dichiarare la nullità di conferimento dell’incarico e la sussistenza della responsabilità dell’Organo che lo ha conferito, mentre il potere dell’Autorità non può sconfinare oltre l’alveo dell’attribuzioni ad essa conferite dalle disposizioni di rango primario.Dunque, solo ed esclusivamente al “Rpc” dell’Ente, e non anche all’Anac, spetta il potere di dichiarare la nullità di un incarico ritenuto inconferibile ed assumere le conseguenti determinazioni.


Related Articles

Discariche abusive: Anci invoca la sospensione delle procedure di rivalsa sui Comuni per sanzioni Ue

Sospensione immediata della procedura avviata dal Ministero dell’Economia e Finanze in applicazione delle norme sul c.d. “diritto di rivalsa” che

“Servizi Demografici”: le procedure da adottare in caso di ritrovamento di carte d’identità rubate o smarrite all’estero

  Il Ministero dell’Interno – Dipartimento per gli Affari interni e territoriali, Direzione centrale per i Servizi Demografici, ha emanato

Imposta sulla pubblicità: logo sul fascione della pensilina della stazione di servizio

Nell’Ordinanza n. 8427 del 31 marzo 2017 della Corte di Cassazione, la questione controversa riguarda l’avviso di pagamento dell’Imposta sulla