Incentivi per funzioni tecniche: quelli maturati tra l’entrata in vigore del “Codice dei contratti pubblici” ed il 1° gennaio 2018 sono soggetti ai limiti del “Fondo salario accessorio”

Incentivi per funzioni tecniche: quelli maturati tra l’entrata in vigore del “Codice dei contratti pubblici” ed il 1° gennaio 2018 sono soggetti ai limiti del “Fondo salario accessorio”

Nella Delibera n. 26 del 30 ottobre 2019 della Corte dei conti Autonomie, gli incentivi tecnici previsti dall’art. 113, comma 2, del Dlgs. n. 50/2016, così come integrato dal comma 5-bis dello stesso articolo, maturati nel periodo temporale che decorre dalla data di entrata in vigore del “Codice” fino al giorno anteriore all’entrata in vigore del citato comma 5-bis (1° gennaio 2018), sono da includere nel tetto dei trattamenti accessori di cui all’art. 1, comma 236, della Legge n. 208/2015, successivamente modificato dall’art. 23 del Dlgs. n. 75/2017, pur se la provvista dei predetti incentivi sia già stata predeterminata nei quadri economici dei singoli appalti, servizi e forniture.


Related Articles

Personale: stabilizzazioni negli Enti dissestati

Nella Delibera n. 243 dell’8 novembre 2017 della Corte dei conti Campania, un Sindaco ha chiesto un parere riguardante la

“Dichiarazione precompilata 2018”: nuove specifiche tecniche per la trasmissione dei dati

Con 4 provvedimenti diffusi dall’Agenzia delle Entrate il 6 febbraio 2018, sono state aggiornate le specifiche tecniche e le modalità

Offerte migliorative e varianti progettuali: Tar e Palazzo Spada chiariscono la differenza tra le une e le altre

Nella Sentenza n.478 del 14 maggio 2017 del Tar Lombardia, i Giudici si esprimono sulla distinzione tra nozione di mera

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.