Incompatibilità: l’Amministratore unico di una Società interamente partecipata dal Comune puó candidarsi a Sindaco?

Incompatibilità: l’Amministratore unico di una Società interamente partecipata dal Comune puó candidarsi a Sindaco?

Il quesito:

L’Amministratore unico di una Società interamente partecipata dal Comune puó candidarsi alla carica di Sindaco?

La risposta dei ns. esperti:

In merito al quesito posto, relativo alle eventuali cause di incandidabilità e/o incompatibilità per l’Amministratore unico di una Società di capitali interamente partecipata dal Comune che intendesse candidarsi alla carica di Sindaco, si fa presente quanto segue.

Nell’ipotesi in cui l’Amministratore unico di una Società a responsabilità limitata interamente partecipata dal Comune intenda candidarsi alla carica di Sindaco del Comune controllore, trova applicazione l’art. 60, comma 1, punto 11), del Dlgs. n. 267/00 (Tuel). In base

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Aumento tariffe Tarsu: è nullo se il Comune vìola l’obbligo di motivazione

La Sentenza 7 novembre 2014, n. 607, del Tar Molise prende le mosse dall’iniziativa di un gruppo di cittadini che

Responsabilità: condanna Direttori e Dirigenti Asl per aver creato e remunerato Organismi ritenuti inutili e “contra legem”

Corte dei conti – Sezione seconda giurisdizionale centrale d’Appello – Sentenza n. 124 del 3 marzo 2017   Oggetto Condanna

Indicatore tempestività pagamenti: quali sono le condizioni per l’applicazione della riduzione degli obiettivi?

Il testo del quesito: “Qual è il valore massimo che l’Indicatore della tempestività dei pagamenti 2014 potrà assumere affinché possa