Incremento dell’Addizionale comunale sui diritti d’imbarco di passeggeri sugli aeromobili: le modifiche apportate dal Dl. n. 34/2020

Incremento dell’Addizionale comunale sui diritti d’imbarco di passeggeri sugli aeromobili: le modifiche apportate dal Dl. n. 34/2020

Con la Circolare Inps n. 108 del 15 luglio 2021 sono state illustrate le novità sulla riscossione dell’incremento dell’Addizionale comunale sui diritti d’imbarco di passeggeri sugli aeromobili apportate dall’art. 204 del Dl. n. 34/2020, recante “Misure urgenti in materia di Salute, sostegno al Lavoro e all’Economia, nonché di Politiche sociali connesse all’emergenza epidemiologica da ‘Covid-19’”.

Il citato articolo, rubricato “Incremento dotazione del ‘Fondo di solidarietà per il Settore aereo’”, ha modificato la ripartizione delle maggiori somme derivanti dall’incremento dell’Addizionale comunale sui diritti di imbarco (pari a Euro 3) previsto dall’art. 6-quater, comma 2, del Dl. n. 7/2005. Tale modifica ha effetto dal 1° luglio 2021. In particolare, le somme derivanti dall’incremento dell’Addizionale comunale sui diritti di imbarco sono riversate nella misura del 50% alla Gias e nella restante misura del 50% sono destinate ad alimentare il “Fondo di solidarietà per il Settore del Trasporto aereo e del Sistema aeroportuale”.

Inoltre, a Gias (“Gestione degli interventi assistenziali e di sostegno alle gestioni previdenziali”)risulta già dovuto un importo pari a Euro 2 a passeggero in applicazione delle disposizioni di cui all’art. 4, comma 75 della Legge n. 92/2012.

L’art. 204 del Dl. n. 34/2020 ha modificato ulteriormente l’art. 2, comma 47, della Legge n. 92/2012, prevedendo che, “a decorrere dal 1° gennaio 2020 e fino al 30 giugno 2021, le maggiori somme derivanti dall’incremento dell’Addizionale di cui all’art. 6-quater, comma 2, del Dl. n. 7/2005, sono riversate alla ‘Gestione degli interventi assistenziali e di sostegno alle gestioni previdenziali’ dell’Inps”.

Pertanto, per gli imbarchi relativi ai periodi decorrenti dal 1° luglio 2021, le Società di gestione aeroportuale riverseranno all’Inps gli importi riscossi dai vettori aerei a titolo di incremento dell’Addizionale passeggeri pari a Euro 5 a passeggero (Euro 3,5 destinati alla Gias ed Euro 1,5 per il finanziamento del “Fondo di solidarietà del Trasporto aereo e del Sistema aeroportuale”).

Le Società di gestione aeroportuale proseguiranno a esporre, quali importi a debito, le somme riguardanti gli imbarchi relativi al periodo dal 1° luglio 2021 utilizzando il codice “M402” già in uso, avente il significato di “Incremento dell’Addizionale comunale sui diritti di imbarco passeggeri per il versamento delle somme a debito relative ad imbarchi da luglio 2013 a dicembre 2015 e da settembre 2016 (Dl. n. 7/2005 e Legge n. 92/2012)”.


Related Articles

Imposte: per il Mef l’evasione è pari a circa 91 miliardi l’anno

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha stimato in circa 91 miliardi di Euro (circa il 7% del Pil) l’ammontare

Notifica: non è valida se avviene nella casa del familiare non convivente

Nella Sentenza n. 5410 del 3 marzo 2017 della Corte di Cassazione, oggetto della controversia sono alcuni avvisi di accertamento

Cauzione provvisoria: le irregolarità rilevate dopo la stipula del contratto non annullano la gara

Nella Sentenza n. 2258 del 18 novembre 2016 del Tar Calabria, una stazione appaltante iniziava una procedura negoziata, da aggiudicare

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.