Inps: nuova causale per la riscossione delle sanzioni amministrative per mancato versamento delle ritenute previdenziali e assistenziali

Inps: nuova causale per la riscossione delle sanzioni amministrative per mancato versamento delle ritenute previdenziali e assistenziali

Con la Risoluzione dell’Agenzia delle Entrate n. 17/E del 25 marzo 2016 viene istituita la causale Inps ai fini della riscossione mediante Modello “F24” delle sanzioni amministrative di cui all’art. 2, comma 1-bis, del Dl. n. 463/83, convertito con modificazioni dalla Legge n. 638/83 e successive modificazioni ed integrazioni, il quale prevede sanzioni amministrative dovute per il mancato versamento delle ritenute previdenziali ed assistenziali operate dal datore di lavoro sulle retribuzioni dei lavoratori dipendenti previsto al comma 1 del medesimo articolo.

In particolare l’art. 2 stabilisce che “l’omesso versamento delle ritenute di cui al comma

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Deficitarietà strutturale: il Viminale pubblica l’Elenco degli Enti tenuti ad inviare le certificazioni per la dimostrazione del costo dei servizi 2018

Con il Comunicato pubblicato il 14 giugno 2019 sul proprio sito istituzionale, il Ministero dell’Interno ha reso noti gli Elenchi

Iva agevolata: è configurabile come “uso domestico” quello effettuato nelle Scuole e negli Uffici, vista la permanenza stabile e duratura all’interno di tali strutture?

Il quesito: “Richiamando la Risoluzione dell’Agenzia delle Entrate n. 21/E del 2008, nella quale è stato affermato che ‘a tal

Divieto di assunzione: mancata approvazione dei documenti di bilancio

Nella Delibera n. 130 del 27 novembre 2018 della Corte dei conti Campania, il Presidente del Consiglio regionale ha chiesto