Invalidità notifica atto impositivo: irrilevante se l’atto è stato impugnato

Invalidità notifica atto impositivo: irrilevante se l’atto è stato impugnato

La Corte di Cassazione, con la Sentenza n. 14416 del 25 giugno 2014, ha affermato che l’invalidità della notificazione di un atto impositivo è irrilevante ove l’atto sia stato impugnato, giacché l’impugnazione determina la sanatoria del vizio di notificazione, con effetto ex nunc.

La sanatoria degli atti per raggiungimento dello scopo costituisce difatti espressione di un principio di ordine generale applicabile sia agli atti processuali, per i quali è stato codificato, sia, in mancanza di impedimenti di carattere normativo o logico-sistematico, a quegli atti di natura sostanziale che, come gli atti d’imposizione fiscale, per avere efficacia e consentire all’interessato l’impugnazione in sede giudiziaria, devono essere notificati.

Pertanto, le nullità che traggano origine dalla mancata notificazione del provvedimento restano sanate per raggiungimento dello scopo ai sensi dell’art. 156, del Cpc., a causa della proposizione del ricorso da parte del soggetto che ne sia legittimato.


Tags assigned to this article:
atto impositivocassazionenotifica

Related Articles

“Piattaforma certificazione crediti”: chiarimenti sulla comunicazione dei debiti non estinti nel 2015

Con il Comunicato 1° febbraio 2016, il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha precisato che l’obbligo di comunicare i debiti

Tari: illegittime le Delibere approvate tardivamente

Nella Sentenza n. 788 del 29 novembre 2018 del Tar Potenza, i Giudici chiariscono che le Delibere di approvazione delle

Servizi di progettazione: possesso maggioritario dei requisiti da parte del mandatario

Nella Delibera n. 77 del 29 gennaio 2020 dell’Anac, la questione controversa riguarda una procedura negoziata ex art. 36, comma