Istanze di rimborso di acconti su Imposte: i 48 mesi decorrono dalle date dei versamenti se in quel momento non erano dovuti

Istanze di rimborso di acconti su Imposte: i 48 mesi decorrono dalle date dei versamenti se in quel momento non erano dovuti

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta n. 1 ad un’istanza di Consulenza giuridica, diffusa il 4 ottobre 2018, ha chiarito che il dies a quo da cui far decorrere il termine di 48 mesi entro cui presentare Istanza di rimborso di acconti su Imposte è da individuare nel giorno dei singoli versamenti in acconto qualora questi, già al momento dell’effettuazione, risultino non dovuti ovvero non dovuti in quella misura.

Ai sensi dell’art. 38 del Dpr. n. 602/1973, “il soggetto che ha effettuato il versamento diretto può presentare […] istanza di rimborso, entro il termine di decadenza di 48 mesi

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Tarsu: è a carico del contribuente la dimostrazione che aree o locali da lui posseduti non sono in grado di produrre rifiuti

Nell’Ordinanza n. 1711 del 23 gennaio 2017 della Corte di Cassazione, un contribuente ha impugnato l’avviso di accertamento Tarsu con

Riscossione: pubblicato il Decreto per la regolarizzazione degli errati versamenti e la relativa Circolare esplicativa

È stato pubblicato nella G.U. n. 87 del 14 aprile 2016 il Decreto interministeriale 24 febbraio 2016, concernente le procedure

Incarichi legali: la Corte dei conti Emilia fa il punto sulle norme che ne regolano l’affidamento

Nella Delibera n. 4 del 16 gennaio 2018 della Corte dei conti Emilia Romagna, la Sezione si esprime sulla questione

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.