Istat: a gennaio assunte 70.000 persone, in calo i contratti a termine

Istat: a gennaio assunte 70.000 persone, in calo i contratti a termine

Un aumento dello 0,3% degli occupati, pari a circa 70.000 persone dato un tasso di occupazione pari al al 56,8% (+ 0,1 punti percentuali rispetto a dicembre 2015): sono le stime provvisorie che riguardano l’occupazione nel mese di gennaio 2016.

I dati, diffusi dall’Istat con Comunicato 1° marzo 2016, parlano di una crescita data soprattutto dall’aumento del numero di dipendenti a tempo indeterminato (+99.000), parzialmente frenato dal contemporaneo calo dei contratti a termine (-28.000).

La stima dei disoccupati a gennaio è stabile, sintesi di un calo tra gli uomini e di una crescita tra le donne. Il tasso di disoccupazione è pari all’11,5%, pressoché invariato dal mese di agosto.

A gennaio 2016 la stima degli inattivi tra i 15 e i 64 anni diminuisce dello 0,4% (-63 mila). Il calo è determinato dalla componente femminile e riguarda soprattutto le persone tra i 50 e i 64 anni. Il tasso di inattività scende al 35,7% (-0,1 punti percentuali).

Rispetto ai 3 mesi precedenti, nel periodo novembre 2015-gennaio 2016 si registra il calo delle persone inattive (-0,3%, pari a -43.000) a fronte di un lieve incremento dei disoccupati (+0,3%, pari a +9.000) e una sostanziale stabilità del numero delle persone occupate.

Su base annua il numero di occupati è in crescita dell’1,3% (+299.000), mentre calano sia i disoccupati (-5,4%, pari a -169.000) sia gli inattivi (-1,7%, pari a -242.000).

Nella nota metodologica sono riportati gli intervalli di confidenza dei principali indicatori non destagionalizzati.


Related Articles

Trasparenza: dall’Anac alcuni chiarimenti sui dati da pubblicare con riferimento ai titolari di incarichi di collaborazione o consulenza

L’Autorità nazionale Anticorruzione, con la Delibera n. 1054 approvata dal Consiglio in data 25 novembre 2020 e pubblicata sul sito

Incompatibilità e conflitto di interessi: l’Anac chiede l’adeguamento del Tuel alle novità introdotte dal Dlgs. n. 39/13

Nell’Atto di segnalazione n. 7 del 4 novembre 2015 dell’Anac, l’Autorità ha formulato al Parlamento delle osservazioni in merito ad

“Piani di fabbisogno di personale”: le “Linee di indirizzo” per la predisposizione da parte delle Amministrazioni pubbliche

Sul sito della Funzione pubblica, ma non ancora sulla G.U., sono state pubblicate le “Linee di indirizzo per la predisposizione