Istat: la stima preliminare del Pil indica un aumento dello 0,3%nel terzo trimestre 2016

Istat: la stima preliminare del Pil indica un aumento dello 0,3%nel terzo trimestre 2016

Nel terzo trimestre del 2016 il Prodotto interno lordo, espresso in valori concatenati con anno di riferimento 2010, corretto per gli effetti di calendario e destagionalizzato, è aumentato dello 0,3% rispetto al trimestre precedente e dello 0,9% nei confronti del terzo trimestre del 2015”.

E’ quanto riferito dall’Istat, con una Nota pubblicata nei giorni scorsi sul proprio sito istituzionale.

Il valore è il risultato, da un lato, dell’aumento del valore aggiunto nei Comparti dell’industria e dei servizi e, dall’altro, di una diminuzione nell’agricoltura. Sul fronte della domanda vi è un contributo ampiamente positivo della componente nazionale (al lordo delle scorte), in parte compensato da un apporto negativo della componente estera netta.

Il terzo trimestre del 2016 ha avuto 2 giornate lavorative in più del trimestre precedente ed una in meno rispetto al terzo trimestre del 2015.

Nello stesso periodo, il Pil è aumentato in termini congiunturali dello 0,7% negli Stati Uniti, dello 0,5% nel Regno Unito e dello 0,2% in Francia. In termini tendenziali, si è registrato un aumento del 2,3% nel Regno Unito, dell’1,5% negli Stati Uniti, dell’1,1% in Francia. Nel complesso, il Pil dei Paesi dell’Area Euro è cresciuto dello 0,3% rispetto al trimestre precedente e dell’1,6% nel confronto con lo stesso trimestre del 2015.


Related Articles

Appalti: divieto di commistione tra criteri soggettivi di qualificazione e criteri oggettivi di valutazione dell’offerta

Nella Sentenza n. 40 del 15 gennaio 2018 del Tar Veneto, la questione controversa riguarda la legittimità degli atti di

730 precompilato: salva dai controlli il contribuente che avrebbe dovuto presentare la Dichiarazione

Con il Comunicato-stampa 19 ottobre 2015, l’Agenzia delle Entrate informa di aver inviato circa 220.000 lettere bonarie ad altrettanti contribuenti

Amministrazioni in pre-dissesto: Legge incostituzionale

Nella Sentenza n. 18 del 4 febbraio 2019 della Corte Costituzionale, i Giudici affermano che l’art. 1, comma 714, della